attualita'

Terracina, l’Anas ha riaperto il tratto di Pontina distrutto dalla voragine

I lavori di ripristino hanno chiesto un investimento di 350 mila euro

Shares

TERRACINA – Anas (Gruppo FS Italiane) ha riaperto oggi al traffico la strada statale 148 “Pontina” nel comune di Terracina al km 97,700. Il tratto era chiuso dal 25 novembre scorso dopo il cedimento di un attraversamento idraulico, causato dalle abbondanti piogge e che hanno causato la morte dell’imprenditore Walter Donà, finito nella voragine con la sua auto e il cui corpo ancora non è stato trovato. I lavori di ripristino hanno richiesto un investimento di 350mila euro.

Il transito è regolarmente consentito in entrambe le direzioni senza limitazioni. Nei prossimi giorni saranno eseguiti alcuni interventi di finitura senza interferenze sul traffico. La strada era passata alla gestione Anas il 21 gennaio 2019, nell’ambito dell’iter per la riclassificazione circa 684 km di strade regionali e provinciali nel Lazio. Anas aveva quindi immediatamente avviato la progettazione dei lavori di ripristino del tratto interessato dal cedimento e aveva trasmesso il progetto per i pareri di competenza agli Enti locali. Anche le procedure di affidamento all’impresa esecutrice si sono concluse in breve tempo grazie ad un accordo quadro già aggiudicato da Anas in precedenza. Anas aveva quindi avviato le attività di cantiere lo scorso 18 marzo. Dopo la presa in gestione della Pontina, Anas ha previsto un piano di manutenzione straordinaria. Recentemente sono iniziati lavori di risanamento profondo del piano viabile per un investimento di oltre 8 milioni di euro. A seguire saranno appaltati altri 9 milioni sempre per risanamento del piano viabile e 5 milioni per ammodernamento delle barriere di sicurezza e ripristino pertinenze stradali.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto