attualita'

Venti pellegrini della International Walk al Parco Montuno di Terracina

Ad accoglierli Legambiente

Shares

TERRACINA – Martedì scorso circa venti pellegrini della International Walk della Via Francigena del Sud, coordinata dalla Associazione “Gruppo dei Dodici”, partita da Teano il 17 aprile scorso e in arrivo a Roma il 1 maggio per l’Udienza Papale, provenienti oltre che dall’Italia da molte nazioni tra cui Germania, Stati Uniti, Norvegia, sono entrati nel Parco del Montuno, riaperto al pubblico solo un anno fa grazie all’impegno del Circolo Legambiente e alla volontà dell’Amministrazione Comunale, che per la prima volta ha accolto i pellegrini, con i propri Soci Volontari del Circolo Legambiente e con il supporto dei Volontari del Servizio Civile Nazionale del Comune di Terracina e con la presenza della Consigliera Sara Norcia, referente del Servizio Civile Nazionale e delegata Grandi Eventi del Comune di Terracina.

Dopo la partecipazione alla Festa della Francigena del Sud presso l’Abbazia di Fossanova lo scorso 16 marzo, il Circolo Legambiente di Terracina ribadisce con questa azione, la centralità della Via Francigena del Sud – Direttrice Appia, per lo sviluppo del turismo sostenibile del Sud del Lazio e conferma il proprio impegno concreto e fattivo non solo nella creazione di occasioni di accoglienza, condivisione, ospitalità e gratuità nello spirito internazionale del Cammino, ma anche nel monitoraggio e nella manutenzione dei sentieri e nella soluzione di tutte le questioni cruciali che impattano sulla sicurezza, accessibilità e la fruibilità del cammino che attraversa Terracina e che mette in relazione proprio le diverse varianti della Via Appia, visto che è ormai vicinissima la scadenza del 2019 con la completa georeferenziazione del tracciato, il completamento della segnaletica standard e la certificazione del tracciato anche dal punto di vista della sicurezza, da parte della Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF) e Terracina non può e non deve farsi trovare impreparata a questa importante scadenza internazionale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto