29 e 30 giugno

Al via a Piana delle Orme “Le Città di Fondazione”

Due giorni per riscoprire la storia di Latina, Aprilia, Sabaudia, Pontinia e Pomezia

LATINA – Si apre oggi a Piana delle Orme “Le Città di Fondazione”, evento di due giorni (fino al pomeriggio di domenica) per riscoprire la storia di Latina, Sabaudia, Pontinia, Aprilia e Pomezia. Dopo l’arrivo delle autorità e delle associazioni Combattentistiche e d’Arma fissato per le 9, e dopo l’alzabandiera e l’omaggio al Monumento ai Caduti situato nel sito di borgo Faiti, due convegni sono previsti dalle 10.30: il primo sull’Architettura razionalista, con relatori il dottor Claudio Galeazzi, gli architetti Luca Falzarano e Matteo Coluzzi e gli esperti della materia Cesare Bruni e Antonio Rossi; il secondo sull’Ingegneria Fluviale, arricchito dagli interventi di Emanuele Bonaldo, Piergiulio Subiaco e Stefano Nardecchia. Di cultura e storia si tornerà a parlare alle 18.30 nella tavola rotonda, prevista sempre all’interno della sala convegni, alla quale prenderanno parte l’autore Andrea Scaraglino e la vera madrina dell’evento, Edda Negri Mussolini.

IL PROGRAMMA – Dalle 10 di mattina saranno aperte le esposizioni, molte delle quali assolutamente inedite: “Le Città di Fondazione, dal III secolo alla Bonifica integrale”; “I borghi di fondazione e il collegamento ai luoghi di battaglie della Prima Guerra mondiale”; “Stemmi araldici” e plastici con mattoncini Lego che riproducono i monumenti dell’Agro Pontino; tabelloni con Qr Code e fotografie sulla Bonifica; oggetti dell’epoca con il marchio “Littoria”. Insieme alla presentazione dei libri sui temi trattati, a partire da “Donna Rachele, mia nonna” di Edda Negri Mussolini, saranno emessi speciali annulli postali dedicati all’evento e stampati su apposite cartoline.

DOMENICA – La mattina dopo, invece, dopo l’esecuzione dell’Inno nazionale e il passaggio aereo, previsti alle 9.15, si esibiranno gli Sbandieratori di Sermoneta e alle 10 avrà inizio la rievocazione storica della Trebbiatura del grano a cura dell’associazione “Ala Littoria 1932”. Successivamente l’associazione Big Family proporrà la produzione di pagnottine di pane per i più piccoli mentre l’Antico Mulino Bollella provvederà alla produzione diretta di farina da mulino da pietra. L’ingegner Stefano Nardecchia alle 10 relazionerà sull’economia agraria e subito dopo l’avvocato Cesare Bruni curerà un intervento sulla “Battaglia del Grano”. Alle 11 si terrà la Santa Messa presso la cappella della Lestra, con la benedizione del pane e delle spighe di grano. In piena atmosfera rurale, grazie anche a una maestosa esposizione di macchine agricole storiche, i bambini potranno entrare a contatto con degli asinelli messi a disposizione da “Qua la zampa Latina”. Tutta la festa sarà poi caratterizzata dalla presenza di stand gastronomici per degustazioni di prodotti a chilometro zero.

BENEFICENZA, SPORT E INTRATTENIMENTO – Durante le due giornate “Solco Pontino” promuoverà una raccolta fondi abbinata al simbolo “Angelus Meus”, finalizzata all’acquisto di uno speciale ecografo da donare al Reparto Cure Palliative dell’Icot, in collegamento grazie alla collaborazione della “Big Family”. In tale contesto si svolgerà un’asta di beneficenza con in palio maglie dei più prestigiosi club nazionali in parte offerte dal testimonial Ruben Olivera. Domani pomeriggio sarà all’insegna dello sport con un’area allestita dal Centro Libertas per le più svariate discipline e con un quadrangolare di calcio a 5 giovanile che dalle 18 vedrà impegnati Latina Calcio Giovani, Atletico Pontinia, Ssd Hermada e Scuola Calcio Alessandro Danese di Sabaudia. Riguardo all’intrattenimento, infine, sono previste domani alle 19.30 le esibizioni dei gruppi corali delle Città di Fondazione: la Corale San Marco di Latina diretta dal Maestro Mauro Bassi, il Coro San Pietro in Formis di Aprilia diretto dal M. Sonia Sette e la Polifonica Città di Pontinia diretta dal M. Roberta Cappuccilli. Alle 20.45 si terrà uno spettacolo a cura di “Top Dancing Latina” e subito dopo il concerto de “La Maglia della Salute”, specializzata in cover di ogni genere, da Hendrix a Raffaella Carrà. Per tutti i visitatori, lo ricordiamo, ci sarà la possibilità di visitare i padiglioni di Piana delle Orme ad un costo ridotto (7 euro).

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto