scuola

Latina, per la riapertura delle scuole più grandi si valutano le tensostrutture

Ranieri: "Troppo caotiche le indicazioni del Ministero, il 2 luglio riunione con i dirigenti"

LATINA –  Terminati gli esami di terza media e in dirittura d’arrivo quelli di maturità, gli istituti scolastici sono tutti alle prese con l’esame più difficile: la riapertura a settembre. Le idee sono tante, ma bisogna fare i conti con le risorse e con i tempi per i lavori eventuali da effettuare.

“Per quanto riguarda le scuole di sua competenza, il Comune di Latina ha partecipato a un primo bando per ottenere fondi da destinare agli “aggiustamenti” necessari, per esempio la realizzazione muri amovibili e altri sistemi di divisione all’interno dei plessi, per ricavare nuovi spazi, nel tentativo di rispettare le normative anti Covid-19 tutelare la salute di studenti, insegnanti e personale scolastico”, spiega l’assessore Emilio Ranieri.

Ma le indicazioni che ci arrivano dal Ministero sono troppo caotiche e al momento i poteri commissariali dei sindaci appaiono molto deboli. Non ci sono finanziamenti per esempio per reperire locali nei pressi delle sedi scolastiche”aggiunge l’assessore al patrimonio e ai lavori pubblici che sta lavorando in tandem con l’assessore alla Pubblica Istruzione Gianmarco Proietti. “Stiamo valutando di trovare nel bilancio le risorse necessarie per finanziare l’acquisto di tensostrutture da destinare agli istituti comprensivi più grandi, quelli sopra i mille alunni. I finanziamenti del Ministero infatti non prevedono ancora somme per questo tipo di soluzioni che pure in linea generale sono contemplate”. In ipotesi, potrebbero potenziare gli spazi dell’Istituto comprensivo di Borgo Podgora, della  Corradini o di Via Bachelet.

ASCOLTA

LA RICOGNIZIONE – Nel frattempo il Comune ha chiesto e attende dai dirigenti la ricognizione degli spazi e dei bisogni anche in base al numero di iscritti per il prossimo anno accademico: “L’assessore Proietti ha convocato una riunione per il 2 luglio e speriamo in quella occasione di acquisire la fotografia completa”, aggiunge Ranieri.

 

1 Commento

1 Commento

  1. Daniela Monosi

    Daniela Monosi

    26 Giugno 2020 alle 16:15

    Con tutti gli edifici dismessi…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto