cronaca

Mare sicuro, operazione della Guardia Costiera nel sud pontino

Analizzare anche le acque del mare pontino dove è stata segnalata schiuma: è di origine naturale

Shares

GAETA – Operazione Mare Sicuro a opera degli uomini della Capitaneria di porto-Guardia Costiera di Gaeta nel corso della settimana. Numerosi i controlli per contrastare il fenomeno dell’abusiva occupazione delle spiagge libere. Le operazioni, effettuate anche alle prime luci dell’alba con l’impiego di personale in abiti borghesi e dopo preventivi sopralluoghi, hanno consentito ai militari di accertare varie condotte irregolari sul litorale (spiagge di Sant’Agostino, Serapo e Fontania) e Formia (Santo Janni), in collaborazione con le altre forze di polizia.

Fra le violazioni più comunemente riscontrate, la preventiva occupazione di aree demaniali da parte dei noleggiatori di attrezzature balneari, con il preposizionamento di ombrelloni, sdraio e lettini senza l’effettiva richiesta dei bagnanti oppure con l’occupazione di spazi liberi con canoe e pedalo’. Sul litorale di Gaeta, in altri 4 casi è stata riscontrata l’assenza dell’assistente bagnanti dalla propria postazione. Le attività di controllo hanno portato, nel complesso, all’elevazione di verbali amministrativi per oltre 8.000 euro, con relativa diffida alla rimozione delle attrezzature balneare.

Infine, è sottoposta ad attento monitoraggio, da parte dell’Agenzia Regionale di Protezione Ambientale del Lazio (A.R.P.A.), con il supporto operativo delle motovedette della Guardia Costiera, anche la qualità delle acque del Sud Lazio. Svariate, infatti, sono state le attività di campionamento delle acque, ad oggi con buoni risultati come emerso dalle analisi di laboratorio. Di origine naturale e non inquinante, le schiume rilevate e più volte segnalate dall’utenza balneare in alcuni tratti di mare del litorale provinciale.”

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto