la campagna

Vaccinazioni Lazio, D’Amato al commissario: “Dateci le dosi necessarie, basta balletti”

L'assessore alla Sanità a Valmontone chiede chiarezza e un milione e 800mila dosi al mese

“Ci stiamo attrezzando per raggiungere le 60mila somministrazioni al giorno, ci servono un milione e ottocentomila dosi al mese”. L’assessore alla sanità del Lazio Alessio D’Amato chiede chiarezza alla struttura Commissariale per poter continuare  – spiega – a programmare la campagna vaccinale. Lo ha detto intervenendo nella tarda mattinata  all’apertura del drive-in istituito presso l’outlet di Valmontone.

Ringraziando tutti gli operatori, l’assessore ha sottolineato con fermezza la posizione del Lazio: “Noi siamo pronti, ce la stiamo mettendo tutta, adesso servono le dosi. Questo è il momento della chiarezza, ci devono dare le dosi necessarie, ci devono dire quando arrivano, quante saranno le dosi di maggio di Pfizer, Moderna, Jhonsson & Jhonsson e Astra Zeneca. Stanotte abbiamo aperto le vaccinazioni ai 60 anni e siamo la prima regione a farlo, stiamo lavorando incessantemente da un anno, ma adesso servono le dosi”.

Dell’insofferenza generale verso la pesante situazione presente causata dal perdurare della pandemia, ha parlato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, spiegando che la campagna vaccinale è l’unica via “per poter tornare a lavorare, produrre, dare lavoro e speranze”. “Dobbiamo  – ha detto – costruire le premesse per riaprire ma anche per non richiudere più. Sicuramente quest’estate avremo un crollo delle vittime, perché abbiamo vaccinato gli anziani che sono i più esposti”.

Oltre 32mila intanto i prenotati per la fascia di età appena aperta, 1960 e 1961.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto