la sosta

A Gaeta Nave Italia la nave che abbatte le barriere

Il veliero della Marina Militare porta avanti progetti educativi e riabilitativi

GAETA – Dopo l’Amerigo Vespucci è apparsa a Gaeta un’altra prestigiosa imbarcazione della Marina Militare Italiana: Nave Italia. E’ stata attraccata in questi giorni alla Banchina Caboto, dove si trova la sede della Capitaneria di porto, per portare avanti i progetti della Fondazione Tender to Nave Italia, la Onlus fondata nel 2007 dalla Marina Militare Italiana e dallo Yacht Club Italiano, impegnata da anni contro ogni forma di pregiudizio sulle disabilità e sui disagi sociali. Porta avanti progetti educativi e riabilitativi soprattutto per i giovani, sfruttando la terapia della vela, dell’avventura e dell’inserimento sociale.

“L’obiettivo  – spiegano – è diffondere di porto in porto questa consapevolezza toccando i cuori e le coscienze, per abbattere i muri dell’indifferenza”. Prima della partenza alla volta di Salerno, con a bordo alcuni giovani ospiti dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma, il Comandante di Nave Italia Giovanni Neri ha incontrato il Comandante della Capitaneria di porto di Gaeta, Federico Giorgi.

“Anche il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, con i propri Uffici diffusi su tutto il territorio, sostiene e supporta le campagne di Nave Italia, affinché anche via mare giunga a tutti un messaggio di speranza e solidarietà”, dicono dalla sede di Gaeta.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto