con Licia Pastore

Giustizia riparativa, un libro per raccontare che cosa si fa a Latina

L'avvocato Lattari: "Si tratta non di una visione utopica, ma di percorsi concreti ed efficaci"

LATINA – E’ stato pubblicato il secondo libro della collana Key editore dal titolo: LA GIUSTIZIA RIPARATIVA Tra principi normativi, legge n. 134 del 2021 ed esperienza concreta, che segue il primo: “La giustizia riparativa una giustizia “umanistica”. Una cultura dell’“incontro” per ogni conflitto”  edito nel 2021.

E’ uno degli autori del volume, l’avvocato Pasquale Lattari a spiegarci che “il testo intende coniugare – con intento divulgativo ed esemplificativo – i due aspetti evidenziati nel titolo: i principi e la realtà esperienziale“.

“Solitamente  – racconta Lattari – si pensa che la giustizia riparativa sia uno strumento di clemenza che tende al perdono del reo, ma così non è. La giustizia riparativa tende alla responsabilità del reo nei confronti della vittima e  ne scrivo perché faccio parte del 2006 a Latina dell’ufficio In Mediazione, di mediazione penale minorile, che su invio dell’Autorità giudiziaria minorile fa incontrare reo e vittima. Si tratta di percorsi che avvengono nella massima riservatezza. Da qualche anno, lo facciamo anche per gli adulti. Si tratta non di una visione utopica, ma di percorsi concreti ed efficaci“.

Il legale, co-fondatore, legale e mediatore familiare del Consultorio Familiare Diocesano “Crescere Insieme” della Diocesi di Latina Terracina, Sezze e Priverno, Coordinatore Ufficio di Giustizia Riparativa in Via Sezze a Latina, ricorda nel testo il ruolo e l’attività che si svolge nei Centri di Giustizia Riparativa e in particolare a Latina. Sarà proprio l’Ufficio di Latina, inoltre, grazie all’esperienza acquisita, a gestire nei prossimi due anni il Centro Regionale di Giustizia Riparativa e Mediazione Penale Minorile per tutti i minori della Regione Lazio che chiederanno di accostarsi a questo percorso.

“Proprio in questi giorni  – conclude Lattari – è stato avviato il Centro Antiviolenza per minorenni. Con la stessa modalità di accoglienza delle vittime nei procedimenti minorili, nel Consultorio accogliamo le vittime che hanno subito violenza di qualsiasi genere”.

IL PODCAST

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto