80 aule studio nei centri sociali

Latina, altri sei mesi di lavori per la Biblioteca Aldo Manuzio

Il punto dell'Assessore Caschera. Campagna: "Prendo con le pinze le date"

LATINA – Non riaprirà prima della fine dell’anno la Biblioteca comunale Aldo Manuzio di Latina chiusa dal 3 luglio 2019. Dopo le ultime (sconfortanti) notizie arrivate in sede di Commissione Trasparenza dall’assessore ai Lavori Pubblici Pietro Caschera che ha fatto il punto su tutti gli intoppi del cantiere e sulle prospettive che riguardano la struttura un tempo popolata di ragazzi, interviene la capogruppo di Lbc, Valeria Campagna che spiega: “Sarò sincera, non lo so quando la Biblioteca riaprirà e sono la prima a prendere con le pinze le date che vengono ipotizzate sulla riapertura. Per questo, vista la criticità della situazione, è opportuno che le forze politiche siano costantemente aggiornate, attraverso un cronoprogramma, sullo stato dell’arte. L’auspicio, accodandomi alle parole dell’Assessore Caschera riportate nell’ultima Commissione Trasparenza, è che questo possa avvenire entro la fine dell’anno. Quando riaprirà, però, alle studentesse e agli studenti verrà restituita una Biblioteca rinnovata, ampliata e, soprattutto, sicura come non lo è mai stata”.

Ma il lavoro sugli spazi per lo studio e per l’aggregazione, spiega Campagna, viene portato avanti simultaneamente su più fronti: “Oltre alla Banca d’Italia, che prevede tempistiche più lunghe trattandosi di un progetto appena partito, ma per il quale sono state destinate delle somme in bilancio affinché venga costruito un progetto di fattibilità, c’è la questione degli spazi di viale Kennedy. Su questo fronte siamo decisamente avanti e, una volta approvato bilancio, le aule verranno sistemate e predisposte all’utilizzo”.

80 POSTAZIONI STUDIO NEI CENTRI SOCIALI – Per ovviare alla carenza di aule studio, carenza cui fino al 2019 sopperiva la biblioteca comunale di Latina postazioni, i consiglieri comunali Majocchi e Pannone, grazie al lavoro del Forum dei Giovani hanno firmato due accordi con i centri sociali di Via Ezio e Borgo Isonzo trovando 80 postazioni per gli studenti di Latina che saranno aperte dal lunedì al venerdì. La convenzione sarà estesa anche al centro di via Veneto e agli altri centri sociali del Comune. “Oltre agli uffici competenti ringrazio, per questo lavoro, la coordinatrice del Forum Maria Gabriella Taboga, il Presidente della Commissione Politiche Giovanili Francesco Pannone, il Consigliere Leonardo Majocchi, insieme ai quali stiamo lavorando giornalmente per dare risposte sul tema degli spazi studio. Un grande lavoro di squadra, che ci vede tutti impegnati in prima linea. In ultimo, continuano i rapporti con l’Università ed in particolare con Lazio DISCO – ente regionale di diritto allo studio – per lavorare in sinergia per offrire spazi e servizi alle studentesse e agli studenti della nostra città”, conclude Campagna.

A rallentare il cantiere prima un cavidotto scoperto sotto il pavimento, poi problemi con le ditte appaltatrici e in ultimo il 17 maggio le dimissioni del direttore dei lavori e la nuova sospensione in attesa della nomina di un nuovo tecnico. Restano ancora da fare l’impianto idrico antincendio; la vetrata resistente al fuoco di separazione tra atrio e ex ingresso e emiciclo; e verniciature ignifughe. “Oltre alla nomina del direttore dei lavori  – ha spiegato ancora l’assessore Caschera – per proseguire occorre verificare la correttezza della perizia di variante suppletiva; progettare un nuovo stralcio per la sostituzione della linea elettrica risultata non  a norma e per aumentare la capacità dell’impianto di aspirazione fumi.

La variazione di Bilancio è pari a 140mila euro praticamente lo stesso importo iniziale dei lavori.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto