PROCESSO VACCARO
Dichiarazioni spontanee di D’Antonio e Roma

Il Tribunale di Latina

Il Tribunale di Latina

LATINA – Nuova udienza oggi in Corte d’Assise a Latina il processo per l’omicidio di Matteo Vaccaro. Ha voluto rilasciare dichiarazioni spontanee Francesco D’Antonio, uno dei sei imputati per il quale il pm aveva chiesto 27 anni di reclusione. “Non ho mai avuto l’arma – ha detto D’Antonio – non è facile parlare in questa aula dove sono stato dipinto come una persona che non sono. Mi sento una vittima”. In aula ha voluto rilasciare spontanee dichiarazioni anche Fabrizio Roma, per il quale il pm ha chiesto 16 anni di reclusione: “Quella sera ero a casa con la febbre, poi i miei amici mi hanno chiamato e siamo usciti per festeggiare il Latina che era campione d’inverno, mi dispiace per la famiglia Vaccaro – ha detto il ragazzo – anche se non conoscevo, ne Matteo ne Valerio.

Prima delle dichiarazioni di D’Antonio uno dei suoi legali, Leone Zeppieri, durante l’arringa ha chiesto l’assoluzione per il suo assistito. Adesso sta parlando l’altro difensore di D’Antonio, l’avvocato Pasquale Cardillo Cupo.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto