Bracconieri a Ponza, trovate 200 trappole

Operazione della Forestale

Shares

uccelliniPONZA – Operazione antibracconaggio a Ponza. Un’importante azione a tutela dell’avifauna protetta ha portato alla denuncia di sette persone per i reati di uccellagione e cattura di avifauna protetta con mezzi non consentiti ed in periodo non consentito. L’operazione, effettuata sull’isola di Ponza, e svolta congiuntamente tra personale del Nipaf (Nucleo Investigativo Provinciale di Polizia Ambientale e Forestale) del Comando Provinciale di Latina ed il Nucleo Centrale di Antibracconaggio del Corpo forestale dello Stato, ha permesso di smascherare una vera e propria rete di cattura a discapito dei malcapitati volatili. In tutto sono state individuate e poste sotto sequestro oltre 200 trappole per la cattura di uccelli di piccola taglia e 93 esemplari di volatili protetti tra i quali pettirossi, codirossi, balie nere, pispole, verdoni e verzellini, alcuni esemplari vivi sono stati immediatamente restituiti al loro habitat naturale, mentre altri morti e posti sotto sequestro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Tale operazione è stata effettuata anche grazie alla preziosa collaborazione ed alle segnalazioni di volontari appartenenti a varie Associazioni animaliste, tra cui la Cabs (Committee Against Bird Slaughter), particolarmente impegnata in attività contro il bracconaggio.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto