Sfruttavano le lucciole, quasi un secolo di condanne

La sentenza emessa oggi dalla Corte d'Assise

tribunale LatinaLATINA – Quasi un secolo di condanne nei confronti degli imputati residenti tra Cisterna ma anche Velletri e Aprilia, accusati di associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione. E’ la sentenza emessa oggi nel tardo pomeriggio dopo oltre sei ore di camera di consiglio dai giudici della Corte d’Assise del Tribunale di Latina. Il pm aveva chiesto condanne complessive fino a 167 anni di reclusione, la prospettazione accusatoria, tra cui l’associazione per delinquere nei confronti di alcuni imputati, in parte ha retto, le pene più alte variano dai 12 ai 10 anni di reclusione, ma alcuni imputati sono stati assolti. Secondo l’accusa le ragazze venivano avviate alla prostituzione in alcuni locali tra il capoluogo, Anzio e poi Frosinone. Le motivazioni del dispositivo si conosceranno tra novanta giorni.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto