la sfida del candidato civico

Coletta proclamato sindaco a poche ore dal voto: alle 18,15 in Comune la cerimonia

Il neo sindaco presenta i consiglieri e illustra la squadra che verrà: "Competenti e liberi"

Coletta con la moglie Silvia, consiglieri e collaboratori

Coletta con la moglie Silvia, consiglieri e collaboratori

LATINA – Il bene è contagioso, dicono a Latina Bene Comune. Lo è anche l’emozione che genera, se le lacrime salgono agli occhi quando Damiano Coletta presenta i suoi 20 consiglieri di maggioranza. Donne e uomini che sono madri e padri, moglie, mariti, single e ragazzi. Ecco, ragazzi,: “Sono loro che mi hanno messo le ali”, assicura il neo sindaco di Latina. E sono loro a commuovere con il sorriso pulito, il coraggio, la voglia e la forza che ci hanno messo in quest’avventura, assistiti  da quel sano ottimismo che altri hanno cercato di oscurare lasciandoli ai margini delle scelte.

Buoni solo per portare voti. Oggi invece protagonisti: Valeria Campagna, 19 anni, faccia pulita e la maturità da fare fra pochi giorni. O Chiara Grenga, che quasi singhiozza a pensare all’avventura che comincia. E’ l’ultima ad entrare grazie al risultato plebiscitario. Ci sono poi Dario Bellini, il più votato, videomaker di 45 anni; il dirigente scolastico Antonino Leotta, l’architetta Celina Mattei, la ginecologa Loretta Isotton, il commercialista Massimo Di Trento, la radiologa Maria Grazia Ciolfi, e poi Massimiliano Colazingari, funzionario della Camera di commercio, Antonella Di Muro, insegnante e il grafico pubblicitario e inventore di musei, Fabio D’Achille. Ancora Laura Perazzotti, insegnante di musica, Paola Briganti, direttrice di banca, Eugenio Lendaro, 57 anni, docente universitario della Facoltà di Medicina, Salvatore Antoci, pilota dell’ Alitalia e la ginecologa Luisa Mobili. Ha scritto il programma il dirigente d’azienda Oliver Tassi. Per Lbc giovani fanno il loro esordio con Campagna e Grenga anche Cristina Leggio, psicologa, Francesco Giri, odontoiatra ed Emanuele Di Russo, consulente di marketing.

IL DISCORSO – Prima di presentare la squadra, un lungo pacato e ordinato discorso, nonostante Coletta proceda a braccio. Ne infila una dietro l’altra: “Basta con la parola favore ora c’è il diritto. Ognuno deve avere propria dignità rispettata. L’art 3 della Costituzione sarà appeso in Comune” Poi aggiunge: “Latina è uscita dalla logica delle buche, dei voti in cambio della strada riparata. Le strade dovranno essere in ordine e asfaltate per tutti e vedrete che la prossima campagna elettorale fra cinque anni sarà diversa”.

Coletta che ha ringraziato il commissario Giacomo Barbato per il lavoro svolto e per aver messo Latina “sulla strada delle regole”, ha parlato anche della squadra di governo. “So che siete impazienti di conoscerla – ha detto il candidato civico – ci stiamo lavorando, sappiate solo che abbiamo l’imbarazzo della scelta. Le persone che stiamo scegliendo fanno già parte di altre esperienze amministrative o sono esperti nei loro settori, le qualità richieste sono competenza e libertà. Accanto agli assessori lavoreranno squadre di consiglieri esperti a titolo gratuito.
Da oggi questo libro possiamo scriverlo bene, la strada è quella giusta. Io la maglia me la sono sempre sudata, lo farò anche questa volta”.

Non c’è tempo di riposare per il neo sindaco proclamato eletto dall’ufficio centrale a tempo di record: oggi alle 18,15 in Comune la cerimonia del passaggio di consegne con il commissario Giacomo Barbato.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto