La sentenza

Don’t touch: nove condanne e tre assoluzioni

Undici anni per Cha Cha, tre anni e quattro mesi per Tuma assolto dall'associazione

 

dont touch1

LATINA – Dopo oltre nove ore di camera di consiglio il Tribunale di Latina ha emesso la sentenza del processo Don’t Touch. E’ stata in parte riconosciuta l’associazione a delinquere. Rispetto a quanto richiesto dai pubblici ministeri però, che avevano chiesto complessivamente condanne per 72 anni, le pene sono state quasi dimezzate e in alcuni casi, sono arrivate le assoluzioni.

LE CONDANNE – La condanna più alta per Costantino Di Silvio conosciuto come “Cha Cha”, condannato a 11 anni di reclusione. E’ stato invece assolto dall’accusa di essere parte dell’associazione e condannato a 3 anni e 4 mesi Gianluca Tuma. Ecco le altre condanne: cinque anni di reclusione per Angelo Morelli, 6 anni per Davide Giordani, 2 anni e mezzo per Riccardo Pasini, 2 anni e mezzo per il carabiniere di Aprilia, Fabio Di Lorenzo, 2 anni e 2 mesi per Alejandro Bortolin, 4 anni e mezzo per il romeno Ionut Necula, e 4 anni e mezzo per Alexander Prendi. Assolti invece Dario Gabrielli, Adrian Costache, e Fabrizio Marchetto. Le motivazioni si conosceranno tra novanta giorni.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto