l'appuntamento

“Liberiamo Latina” dalle discriminazioni, dall’omofobia e dalla violenza di genere

Primo Lazio Pride in terra pontina nel piazzale Loffredo. Tanti gli artisti che hanno aderito

Shares

[flagallery gid=568]

LATINA – Si è svolto in un clima sereno e pieno di colori presso il piazzale Loffredo a Capoportiere a Latina il primo Latina Lazio Pride. Un evento il cui slogan è: “Liberiamo Latina” dai pregiudizi, dall’omofobia e dalla discriminazione. Ma anche, e sopratutto, dagli episodi di violenze. i partecipanti, infatti, sono stati invitati a sfilare con un nastro rosso, per dire no al femminicidio e alla violenza di genere. “Indosseremo tutti e distribuiremo i nastri rossi, per la campagna nazionale contro il femminicidio lanciata da Arcilesbica – avevano spiegato gli organizzatori –  in solidarietà a tutte le donne vittime di violenza, ed inoltre ricorderemo le vittime di Orlando, la strage contro le persone lesbiche, gay e trans più grande avvenuta in un paese occidentale dopo la seconda guerra mondiale.

“Il Lazio Pride – spiegano – che protesta anche verso la mozione anti-gay firmata dai candidati a sindaco della città di latina ha raccolto molte adesioni. Anche per questo vogliamo lanciare da Latina un grido di liberazione per le persone lesbiche, gay e trans, perchè non siano più invisibili alle istituzioni, nelle scuole, e nel modo del lavoro e nella società”.

Un invito è stato rivolto anche ai sindaci, tra cui Damiano Coletta, il nuovo sindaco di Latina, il quale ha partecipato alla manifestazione e si è prestato anche a selfie e abbracci con i presenti. Tutti i sindaci sono stati invitati a celebrare da settembre le unioni civili delle coppie lesbiche e gay per dare un segnale di uguaglianza.

La manifestazione è stata aperta dalle note della canzone “Latina” di Tiziano Ferro che ha da subito appoggiato l’iniziativa e che ha inviato anche un video realizzato in esclusiva per questo evento. Molti altri artisti hanno aderito tra cui Grazia Di Michele, Fabio Canino, mentre Roberto Casalino sarà il cantante che aprirà il concerto. Si esibiranno, inoltre, durante la giornata Canusia, Chiazzetta, Ilenia Volpe, Lipstik, Never Stops, Nomen, Porella Cuccarini, Psyco Killer e Skuba Libre.

E’ stata inoltre allestita la mostra per il progetto fotografico “Orlando”, raffigurante 48 baci e una madre. In viaggio verso Orlando. Un muro alla volta.

Tra le associazioni presenti Centro Donna Lilith, Reta Lenford, Croce Rossa Italiana e diversi interventi culturali, sociali ed artistici”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto