l'analisi

Marilena Sovrani: “Bene Coletta, centrodestra sgangherato con scheletri nell’armadio”

La candidata sindaco non entrerà in consiglio, ma è soddisfatta del suo risultato

sovrani con lorenzinLATINA –  “Si respira un’aria diversa oggi a Latina, ci sentiamo tutti più sereni.” E’ il parere di Marilena Sovrani, all’indomani della vittoria netta di Damiano Coletta al ballottaggio con Nicola Calandrini.

“I cittadini di Latina che ho incontrato durante la campagna elettorale, hanno manifestato tutti indistintamente l’esigenza di dire basta ai vecchi schemi della politica di partito – dice la candidata sindaco al primo turno per Marilena Sovrani sindaco e Latina Popolare –  Negli ultimi mesi abbiamo visto un centrodestra sgangherato che ha tentato in tutti i modi di sopravvivere a sé stesso e ai propri scheletri nell’armadio, ed un centrosinistra che continua a perdere il contatto con il suo mondo di riferimento. C’era voglia di normalità, di dire basta alle false promesse e di riappropriarsi di una città abbandonata a sé stessa per troppi anni. E lo hanno dimostrato tutte quelle persone che domenica notte sono scese in piazza  a festeggiare la vittoria di Damiano Coletta. Io mi ritengo molto soddisfatta del risultato che ho ottenuto, il consenso che c’è stato verso la mia candidatura ha raggiunto una percentuale del 4,70% e il 4,25% delle mie due liste civiche, non è molto lontano dalle percentuali ottenute dalle liste dei grandi partiti, mi riferisco al 9,6% di Forza Italia, al 6,01% di Fratelli d’Italia, al 4,08% di Noi con Salvini e, considerando anche il tempo brevissimo che abbiamo avuto a disposizione, secondo me non è male nemmeno se paragonato al 12,41% ottenuto dalla lista del PD.

Il risultato che emerge da questo ballottaggio traccia la strada di una nuova presa di coscienza da parte dei cittadini, che hanno capito che era necessario tagliare i ponti con il passato. Un po’ quello che io ho fatto con la mia scelta di staccarmi e prendere le distanze da un mondo in cui non mi sentivo più a mio agio e che non mi rappresentava più. La lista civica “Marilena Sovrani Sindaco” a cui si è aggiunta l’altra civica “Latina Popolare” appoggiata dal Ministro Beatrice Lorenzin, sono state il segnale che abbiamo voluto inviare al vecchio mondo politico e agli elettori che volevamo essere protagonisti di un cambiamento e, a mio modo di vedere, il risultato ottenuto dimostra che ho fatto bene a allontanarmi da una politica delle ostilità e del tutti contro tutti.

Per la nostra città inizia una nuova era, la giornata di ieri non è stata un punto di Arrivo, il mio percorso prosegue, oggi più che mai con onestà, senso etico e determinazione”

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto