verso il ballottaggio

Ultimo appello per i candidati sindaco. Coletta: “Riabituiamoci alla bellezza”. Calandrini: “Votate per l’esperienza”

Le conferenze stampa dei due candidati prima dei comizi di stasera. A mezzanotte il silenzio

I due candidati scherzano prima dell'Ultimo Confronto fuori dalla sede di Radio Luna

I due candidati scherzano prima dell’Ultimo Confronto fuori dalla sede di Radio Luna

LATINA – Conferenze stampa di chiusura per i due candidati sindaco di Latina Damiano Coletta, che ha parlato alla stampa e ai sostenitori nella sede di Latina Bene Comune in corso della Repubblica a mezzogiorno; e Nicola Calandrini che ha riunito i giornalisti e i più stretti collaboratori  nel comitato elettorale di Piazza della Libertà, alle 13,30. Dopo il rush finale a colpi di confronti e incontri con i cittadini, la stanchezza e la tensione si sono sciolti nell’ultimo appuntamento prima dei comizi che si terranno stasera alle 19 in Piazza del Popolo e in Via dei Mille.

COLETTA – “L’augurio che faccio a tutti quanti è di riabituarci alla bellezza”, ha terminato così un lungo e pacato discorso il cardiologo considerato l’outsider della campagna elettorale, che è arrivato al ballottaggio superando a sorpresa il Pd di Enrico Forte. “Parlo ai cittadini – ha detto – per dire senza facile retorica, che vorrei davvero che tutti recuperassero l’idea di città aprendo una nuova era politica, mandando a casa un sistema che si era incartato su se stesso e che non ha pensato al bene della collettività, ma solo a quello privato.  Ci sono tanti giovani che ci stanno seguendo e questo penso sia l’esperienza più bella che mi porterò nel cuore”. 

CALADRINI – “In un momento in cui la città soffre, è disorientata, ho sentito un grande calore umano  da parte delle persone e questo mi ha fatto immenso piacere. Meno mi è piaciuta l’aggressione forte da parte del mio avversario politico nel corso della campagna elettorale”, ha detto il candidato di Fratelli D’Italia. Calandrini ha chiuso con un appello al voto: “E’ importante andare a votare, perché Latina ha bisogno di risposte e di poter avere gente esperta in grado di guidare i processi politici”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto