Cronaca

Investito da un suv mentre corre sul marciapiede, muore in Colorado Marco Ricchi

L'agente immobiliare di Latina era in viaggio negli Stati Uniti. Il conducente dell'auto impazzita è un uomo di 76 anni

Shares

LATINA – Un imprenditore di Latina, Marco Ricchi, 47 anni, titolare di un’ agenzia immobiliare,  è morto nel Colorado a Durango dove si trovava in vacanza da diversi giorni. Secondo i primi accertamenti mentre l’uomo stava facendo jogging lungo Main Avenue ed era sul marciapiede quando è stato investito da un Suv, uno Chevrolet Suburban, immatricolato nel Texas che è finito su un marciapiede travolgendo anche un ragazzo di 23 anni del posto.  Le indagini  – secondo quanto riporta il quotidiano locale The Durango Herald – sono affidate  alla Durango Police Department che ha identificato il conducente del suv, un uomo di 76 anni, Bobby Lehmann. Da chiarire perché l’anziano abbia perso il controllo dell’auto.

I familiari di Ricchi si sono messi in contatto con la Farnesina e nelle prossime ore un parente volerà Oltreoceano   per l’identificazione del corpo. Solo poi la salma potrà far ritorno dagli Stati Uniti. Secondo quanto si apprende Riccchi stava facendo il viaggio sognato da tempo. In un post, poco prima di morire, aveva condiviso su Fb le foto della vacanza senza sapere che sarebbero diventate l’ultimo straziante saluto inviato agli amici.

LUTTO – Grande cordoglio tra gli amici di Marco che a Latina era molto conosciuto. L’agenzia per la quale lavorava stamattina è chiusa per lutto. “Correre verso la vita e perderla in un momento, Marco che la terra ti sia lieve”, ha scritto il consigliere comunale di Latina Bene Comune Fabio D’Achille.

“Era una persona educata e molto sensibile, e le sue parole lo dimostrano. Latina ha perso molto. Un abbraccio Marco”, si legge sul gruppo Facebook “Sei di Latina se la ami” al quale Ricchi era iscritto, e dove viene ripreso un suo post pubblicato sul social solo due giorni fa: “Le abitudini? La comodità di sapere che cosa accadrà domani? Penso solo che alimentino un inquietudine angosciante.  Credo invece che abbiamo bisogno di essere sorpresi, di persone che sappiano incuriosirci, di sogni da inseguire, di chi sa farci immaginare il futuro, di chi sa farti sentire il profumo della primavera facendoti annusare un semplice fiore, di chi sa raccontarci storie che ci facciano meravigliare, di chi sa baciarci facendoci sentire amati…il resto verrà da se.”

2 Commenti

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto