Cronaca

Accusa la moglie di violenze sessuali sulla figlia piccola: arrestato

Un uomo di 60 anni ex dipendente del Tribunale di Roma è finito in carcere per calunnia pluriaggravata

LATINA- E’ stato arrestato per calunnia aggravata e per aver accusato la moglie e l’attuale compagno della donna di violenze sessuali sulla figlia piccola. Un uomo di 60 anni, ex dipendente del Tribunale di Roma, residente a Latina è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Latina dopo che a novembre è scattata una indagine del Procuratore Aggiunto Carlo Lasperanza e del sostitutito procuratore  Simona Gentile che hanno delegato i carabinieri di eseguire accertamenti su 19 denunce presentate dal 60enne. E’ emerso che l’uomo che era separato aveva tenuto la figlia nonostante il Tribunale avesse affidato la piccola alla mamma e aveva denunciato degli abusi subiti dalla bambina che si sono rivelati falsi.

L’INCHIESTA Quando i carabinieri hanno iniziato ad indagare è emersa una situazione preoccupante: la piccola viveva in condizioni di scarsa igiene e l’alimentazione non era adeguata e inoltre non andava a scuola frequentemente che avevano portato la piccina a  comportamenti antisociali e inoltre usava una terminologia frutto di suggestioni condizionate dal genitore. L’inchiesta condotta dal personale specializzato del Reparto analisi criminologiche del Racis, ha permesso di ricostruire tutta la vicenda: il papà aveva inventato le accuse di abusi per ottenere il definitivo affidamento, alla fine dell’indagine nei confronti dell’uomo il giudice Giuseppe Cario ha disposto la detenzione in carcere. Nel corso della perquisizione i carabinieri hanno trovato a casa dove ha vissuto la bambina anche  molti animali di origine esotica su cui sono in corso accertamenti.

1 Commento

1 Commento

  1. GE.SE.FI. onlus

    GE.SE.FI. onlus

    17 Febbraio 2018 alle 22:21

    #Giustizia sia fatta !! basta con le #falseaccuse , occorre inasprire le sanzioni, altrimenti poi… https://t.co/B62NIj843l

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto