cronaca

Barca a vela d’epoca si inabissa nelle acque di Serapo, salvi i due diportisti

Intervento della Guardia Costiera

GAETA – La Guardia Costiera di Gaeta ha tratto in salvo, dopo una segnalazione due diportisti partiti da Gaeta e diretti a Nettuno. L’imbarcazione da diporto – una unità a vela d’epoca del 1912 – a causa di un’avaria aveva cominciato ad imbarcare acqua costringendo i due diportisti – V.L. anni 56 e P.T. anni 52 entrambi di Latina – a richiedere soccorso. L’equipaggio della motovedetta della Guardia Costiera di Gaeta raggiunta la zona del soccorso, a circa un miglio e mezzo dal litorale di Serapo del comune di Gaeta, nonostante le cattive condizioni del mare con onde di circa due metri, riusciva a recuperare a bordo i due malcapitati, che nel frattempo erano, a stento, saliti a bordo del tender dell’unità a vela. Messi in salvo i due naufraghi a bordo della motovedetta, i militari della Guardia Costiera non hanno potuto impedire il repentino affondamento dell’unità che con i suoi circa 16 metri di lunghezza si è inabissata su un fondale di oltre sessanta metri. La motovedetta della Guardia Costiera, con i due naufraghi a bordo, dopo aver verificato l’assenza di eventuali tracce d’inquinamento nell’area circostante, provvedeva a rientrare all’ormeggio nella banchina Caboto dove  preallertato dalla sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta interveniva il personale medico del servizio 118 per verificare lo stato di salute dei due malcapitati che erano in stato di shock e infreddoliti.

La Guardia Costiera ha avviato i primi accertamenti tesi a verificare le cause che hanno provocato il celere affondamento dell’unità che di recente, dalle prime dichiarazioni rese dai naufraghi, era stata oggetto di lavori presso un locale cantiere.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto