sport

#Accendiamoilrispetto, primo incontro degli atleti della Top Volley con le scuole

Hanno incontrato 200 studenti dell'istituto comprensivo Perugia2

PERUGIA – Il primo incontro di #Accendiamoilrispetto, progetto etico nelle scuole per il rispetto delle regole, s’è svolto nell’istituto comprensivo Perugia 2. Daniele Sottile, capitano della Top Volley Latina, insieme a Marko Podrascanin e Aleksandar Atanasijevic, hanno incontrato circa 200 studenti della scuola media per parlare di cyberbullismo nel progetto della Top Volley Latina in partnership con AbbVie, l’azienda biofarmaceutica globale con sede a Campoverde di Aprilia. “E’ stato un grande piacere incontrare i ragazzi di Perugia, questo è stato il primo di tre eventi in giro per l’Italia del progetto #Accendiamoilrispetto, mentre come al solito porteremo avanti gli incontri anche a Latina e a Roma – spiega Daniele Sottile, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio nel 2016 – Sono rimasto positivamente colpito dalle domande dei ragazzi che sono state molto pertinenti e mirate sulle problematiche relative ai social network”. L’evento, da questa quarta edizione, ha il patrocinio della Questura di Latina e del Comune di Latina, così in quest’ottica la Questura pontina ha dato impulso a quella di Perugia che ha partecipato con la presenza del dottor Giovanni Giudice e della dottoressa Francesca Gosti che hanno dialogato con gli studenti fornendo importanti spunti di riflessione e presentando l’Ufficio Minori e vittime vulnerabili, un punto di contatto di notevole importanza che ha stimolato l’interesse dei giovani scolari. “Lo sport è un veicolo importante di dialogo perché può trasmettere valori – ha aggiunto Dramane Diego Wagué, assessore alla scuola del Comune di Perugia che ha portato anche i saluti del sindaco – è anche un piacere vedere che ci sia il coinvolgimento di competenze così importanti come quello delle questure. Qui portiamo avanti un progetto coordinato dalla Prefettura e mi fa piacere essere chiamato in causa per iniziative di questo tipo”. Anche Jacopo Tofanetti, dirigente scolastico, ha acceso i riflettori su “diritti e doveri dei ragazzi e soprattutto sull’importanza di un dialogo con la famiglia e con le forze dell’ordine ma anche sul positivo impatto che possono avere gli sportivi di alto livello”. Aleksandar Atanasijevic e Marko Podrascanin hanno poi raccontato alcuni episodi personali che hanno incuriosito gli studenti ricordando che bisogna sempre fare riferimento ai genitori oppure alle forze dell’ordine in caso di situazioni poco chiare. Andrea Montecalvo, Public Affairs manager di AbbVie, ha posto l’attenzione sulle potenzialità della rete internet e dei social network ma anche sulle problematiche legate al furto d’identità e alle negatività relative a comportamenti fraudolenti. “Era importante sottolineare quanto la rete, se male utilizzata, può diventare la minaccia” ha chiarito Montecalvo, che nel suo intervento ha sottolineato più volte il ruolo centrale della Polizia di Stato. Al termine dell’incontro, e dopo le domande e risposte con gli alunni, tutto il colorato gruppo s’è spostato all’esterno per giocare a pallavolo con i campioni Sottile, Atanasijevic e Podrascanin. Per la Sir Safety Conad Perugia era presente anche Bino Rizzuto mentre per la Top Volley Latina, Giuseppe Baratta, dell’area comunicazione, ha moderato l’appuntamento.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto