sport

La Top Volley Latina domenica ospita Trento

Coach Tubertini: “Siamo ancora in una zona delicata"

LATINA – Domenica alle 18 la Top Volley Latina riceve la visita dei campioni del Mondo di Trento nel match in programma nel nuovo palazzetto dello sport di via delle Province a Cisterna di Latina.  “Quella con Trento è una partita che ci mette pressione da un punto di vista tecnico visto che incontriamo una delle squadre migliori sotto il fondamentale della battuta, del muro difesa e anche sul cambio palla visto che impegnano tutta la rete, sarà una partita in cui servirà un livello di battuta importante e per noi sarà un’occasione per restare concentrati su un livello di gioco molto alto, questo ci potrà tornare utile anche per le prossime partite – spiega il coach Lorenzo Tubertini – Nella testa dell’allenatore c’è tutto il girone di ritorno, ma bisogna guardare al presente e guardare la situazione della nostra squadra, dobbiamo mantenere quell’equilibrio che ci ha portato ad affrontare con lucidità ogni match. Non affronto Trento pensando a Vibo, ma nelle prime cinque giornate di andata abbiamo espresso un gioco migliore rispetto ai numeri di oggi, questo perché le big che abbiamo affrontato poi sono cresciute nel corso della stagione e per questo è importante che il nostro livello possa migliorare. Contro Trento vorremmo cercare di mettere un tassello importante specie nel cambio palla, se non ricerchi il miglioramento questo campionato ti butta fuori, si tratta di un torneo che richiede un livello tecnico molto alto, se questa ricerca del miglioramento rimane solo una chiacchiera viene fuori solo ansia, se invece metti anche delle azioni allora puoi trovare delle consapevolezze e può diventare a un percorso che può portare a dei cambiamenti positivi”.

Il coach continua nell’analisi della situazione della squadra. “Il problema che abbiamo avuto con i liberi (Parodi ha giocato nel ruolo di libero vista l’indisponibilità di Tosi, ndr)? Non vivo queste situazioni come delle difficoltà, ci siamo sempre concentrati a esprimere un livello di gioco e a cercare dei risultati e punti. L’arrivo di Facundo Santucci ci ristabilizza come assetto di organico e oltre a ritrovare un libero di ruolo recupero anche uno schiacciatore. Ero tranquillo prima e lo sono anche adesso, Santucci si sta adattando a questo campionato e a questo nuovo pallone per lui: in pochissimo tempo sta facendo dei progressi molto importanti”.

Poi il discorso si sposta sulla lotta salvezza. “La classifica può anche essere stravolta, siamo ancora in una zona molto delicata, bisogna muovere la classifica, raccogliendo punti. Vincere contro Trento? Se non c’è questa idea non si può lavorare in settimana con il giusto spirito agonistico, avere il desiderio di vincere contro Trento e avere la speranza e la fiducia di fare una partita oltre le righe è un elemento necessario per dare energia a tutte le fatiche che siamo chiamati a fare quotidianamente, ovviamente l’avversario ti deve concedere alcune cose – aggiunge il coach – Con Lorenzetti non ci siamo sentiti, so come lavora e come prepara le partite ma lo stesso vale per lui, abbiamo lavorato insieme per molti anni, da lui ho raccolto tantissimo. E’ il miglior allenatore italiano? Sicuramente si, lo dico perché con un gruppo nuovo è riuscito a raggiungere un livello di gioco molto alto in poco tempo. Questo è frutto di quello che lui è riuscito a costruire a Trento, ha creato un gruppo di lavoro che studia sia tecnicamente sia tatticamente. Hanno idee chiare e da subito le hanno trasferite ai giocatori: nei dettagli l’interpretazione della battuta la fanno solo loro, ora stanno cercando di imitarli. Da lui ho appreso la dedizione e l’applicazione, andare in ufficio a prepararmi, a studiare, a conoscere e a trasferire: se hai conoscenza puoi trovare la fiducia dei giocatori”.

Il libero argentino Facundo Santucci spiega la differenza tra la Superlega italiana e gli altri campionati. “Qui c’è praticamente tutto, nel senso che ogni squadra ha qualità in tutti i fondamentali mentre negli altri campionati ci sono eccellenze in alcuni ambiti, qui invece è tutto ad altissimo livello – spiega il libero – Mi hanno sorpreso tutti i giocatori della Top Volley Latina perché sono tutti a buon livello e l’allenamento è sempre intenso, forse per il coach è più difficile fare scelte. La ricezione? E’ molto importante perché il livello di battuta è molto alta, io penso di dare sempre il massimo. Conoscevo Palacios e posso dire che ha fatto un grande miglioramento, Parodi l’ho visto spesso per la Nazionale ed è un giocatore con molto talento. Scommetto su questa società e su questa squadra, mi hanno aiutato a trovare la mia posizione, speriamo che possa finire bene”.

La biglietteria per la partita con Trento è sempre attiva online all’indirizzo www.top-volley.it/tickets mentre sarà possibile acquistare i biglietti direttamente al palazzetto dello sport di Cisterna di Latina domani (sabato 26), con la biglietteria che sarà aperta dalle ore 16:30 alle 18, mentre domenica il botteghino sarà aperto dalle 11 alle 13 e dalle 15:30 a inizio gara. I prezzi: 15 euro per il biglietto intero, 10 euro per il biglietto ridotto (8-16 anni non compiuti) mentre gli Under 7 hanno l’accesso gratuito senza posto garantito.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto