cronaca

Mortale sulla Frosinone-Mare, le moto di sono disintegrate e i detriti hanno ferito altri tre bikers

La ricostruzione della Polizia Stradale intervenuta sul tratto

LATINA – Un sorpasso affrontato ad alta velocità ha causato il drammatico incidente stradale che domenica, intorno alle 13, sulla Frosinone-Mare ha fermato la vita di tre persone, un 39 enne di Priverno residente a Sabaudia e una coppia della provincia di Frosinone, un uomo e una donna di 64 e 54 anni.

Secondo la ricostruzione della polizia stradale che ha svolto i rilievi con i carabinieri e poi ha lavorato a lungo sulla dinamica, all’altezza del bivio per il Frasso, la moto guidata dal privernate Francesco Scacchetti ha superato il folto gruppo di motociclisti con cui si trovava in gita domenicale finendo per invadere la corsia opposta. E’ su questo lato della strada infatti che sono rimasti i segni del tremendo scontro.

Forse la convinzione di farcela grazie all’esperienza, o forse la scarsa visuale dovuta al fatto che i bikers viaggiavano in ordine sparso sulla carreggiata, ha impedito al giovane di accorgersi che dalla corsia opposta, in direzione del mare, sopraggiungeva un’altra moto. L’impatto è stato senza scampo a causa della velocità ben oltre i limiti, che si è sommata con quella dell’altra moto. Uno scontro talmente violento che le dueruote si sono disintegrate e i detriti hanno colpito i motociclisti che sopraggiungevano. In questo modo altre tre persone sono rimaste ferite gravemente.

Secondo gli ultimi aggiornamenti, sono stabili le condizioni dei due ricoverati al Goretti che non sarebbero in pericolo di vita, mentre un terzo motociclista è in prognosi riservata al San Camillo di Roma.

Sul posto hanno operato anche i carabinieri, i vigili del fuoco e il 118.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto