XXVII edizione

Chitarra, ad agosto il Caroso Festival tra Sermoneta e Lanuvio

Apre al Bastione San Sebastiano il duo femminile Yvonne Zehner - Theresia Bothe,

SERMONETA – Il Caroso Festival si appresta a festeggiare la ventisettesima edizione proponendo alcuni dei nomi più importanti della seicorde in quella che può essere considerata la rassegna dedicata alla chitarra tra le più longeve a livello mondiale. Quattro le date da segnarsi in agenda: giovedì 4, venerdì 5, sabato 6 e domenica 7 agosto, come sempre in differenti location. Perché, la bellezza del Caroso Festival, è quella di offrire le molteplici espressioni della chitarra in alcune delle più belle e storiche strutture dei territori di Sermoneta e Lanuvio, grazie ad alcuni dei giovani autori e più esperti interpreti, sia italiani che provenienti dall’estero. Ogni performance sarà ad ingresso gratuito ma limitata a un numero di persone, massimo 50.

Ad aprire la rassegna giovedì 4 agosto alle ore 21 presso il Bastione San Sebastiano a Sermoneta sarà un duo tutto al femminile composto dalla chitarrista Yvonne Zehner e dalla cantante Theresia Bothe, la prima tedesca,  la seconda  nata e cresciuta in Canada da mamma irlandese e papà tedesco. Un mix internazionale alla base della loro performance durante la quale presenteranno musiche loro e di altri autori, ma comunque interpretate attraverso una prospettiva personale con molte influenze mediterranee come omaggio all’Italia. La volontà è di passare dalla musica classica a quella tradizionale in una coesistenza coerente, libera ed espressiva.  Venerdì 5 agosto ci si sposterà al Teatro Comunale di Don Bosco a Lanuvio quando dalle 21 l’attenzione sarà tutta per Alfredo Muro, chitarrista peruviano, tra i più celebri virtuosi e ambasciatore della musica sudamericana. Ospite fisso dei più importanti festival chitarristici internazionali con all’attivo ben otto produzioni discografiche, Muro porterà nel Belpaese musiche ispirate proprio dalla sua terra d’origine in una sorta di viaggio lungo i territori più amati del Sudamerica. Sabato 6 agosto si tornerà a Sermoneta presso la Chiesa San Michele Arcangelo quando dalle ore 21 sarà il giovane Jacopo Rizzardi a catturare l’attenzione del pubblico. Diplomatosi con il massimo dei voti presso il Conservatorio “Lorenzo Perosi” di Campobasso, si è poi classificato in diversi concorsi nazionali ed internazionali vincendo vari primi premi. Attualmente è docente di chitarra classica presso la Scuola Comunale di Musica “Pierino Mignogna” di Riccia e presso l’Accademia musicale “Ciak Groove Music” di Campobasso. Il suo sarà un repertorio che spazierà tra il classico e il contemporaneo condividendo tutta la freschezza della sua giovane età col pubblico presente. La chiusura di domenica 7 agosto, sempre dalle ore 21 e sempre presso la Chiesa San Michele Arcangelo di Sermoneta, sarà affidata a Tiziano Cerbara e Michele Di Filippo. Il duo nasce dall’incontro dei due musicisti, clarinettista il primo, chitarrista il secondo, accomunati dall’intento di proporre un repertorio attingendo ad arrangiamenti ideati dai due artisti, unendo una ricerca di musica originale scritta per questa particolare formazione per rinnovare l’interesse verso sia la chitarra che al clarinetto, ispirandosi alle nuove generazioni.

La rassegna è come sempre ideata e diretta dal maestro Stefano Raponi il quale si avvale del patrocinio dei comuni Città di Sermoneta e Lanuvio, con il supporto degli sponsor Officine Ceccacci, Oc Progetti, Aurora Medieval House e Oriental Flowers.  Per avere ulteriori informazioni sulla manifestazione si può visitare il sito ufficiale www.carosofestival.it  mentre per prenotazione dei posti gratuiti si può inviare una email info@carosofestival.it  o un messaggio whatsapp al numero 3282729468.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto