il caso

Paura al Lido di Latina per una bimba chiusa in auto, la nonna di sente male

Aveva dato le chiavi alla nipotina che inavvertitamente si è chiusa dentro. Sul posto anche la polizia e i vigili del fuoco

LATINA – Paura al Lido di Latina dove intorno alle 10,30 nei pressi dell’Hotel Miramare a Capoportiere è stata notata una bambina di circa due anni chiusa in auto e in pochi attimi è stato il panico. La piccola ha cominciato a piangere richiamando l’attenzione dei presenti che visto il forte caldo, con temperature oltre i 35°, e temendo che fosse stata dimenticata, hanno chiamato polizia e vigili del fuoco per i soccorsi.

Sono stati alcuni addetti dello stabilimento balneare,  ancora prima dell’arrivo delle forze dell’ordine, a rompere i finestrini dell’auto facendo uscire la piccola e riconsegnandola poi alla nonna spaventatissima. Secondo quanto emerso, era stata proprio la donna ad allontanarsi dalla vettura per chiedere aiuto avendo capito che la bimba era rimasta chiusa dentro l’abitacolo mentre giocava con le chiavi. Tutto si è svolto in un attimo: la signora è uscita dall’auto per poi prendere la nipotina che era seduta sul sedile posteriore, ma quando ha chiuso lo sportello del guidatore la piccola ha schiacciato il tasto della chiave e ha attivato il blocco degli sportelli senza sapere poi come riaprire.

Tanto spavento, ma alla fine tutto è finito bene.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto