FONDIFILMFESTIVAL
Capolicchio, De Sica e Minà
Venerdì: letteratura e cinema

Aller RetourFONDI – Letteratura e cinema sono al centro del programma del FONDIfilmFESTIVAL (24-29 Settembre, Auditorium comunale di Fondi – LT) per la giornata di Venerdì 27.

Alle ore 19.30 la Sala convegni del Castello Caetani ospiterà la presentazione del libro postumo di Adriano Guerra “La talpa di Waterloo” (2013, ed. Ediesse) a cura del regista Roberto Andò e dei giornalisti Bruno Gravagnuolo e Valentino Parlato.

La giornata ospita anche la proiezione di due film di Roberto Andò, cui è dedicata una specifica sezione: alle ore 17.00 il noir “Sotto falso nome” (2004) interpretato da Daniel Auteuil, e alle 21.00 “Viva la libertà” (2013), che il regista introdurrà al pubblico del FONDIfilmFESTIVAL in una conversazione con il direttore artistico Marco Grossi.

GIOVEDI’  26 – Oggi, il pomeriggio si aprirà con la proiezione (ore 17.00) di Le miserie del signor Travet (1946) film di Mario Soldati tratto da una commedia teatrale del 1900 di Vittorio Bersezio. Il film è inserito nella sezione principale del Festival: “Immagini dal lavoro”.

A seguire prenderà il via l’omaggio al regista e attore Lino Capolicchio, che sarà festeggiato in occasione del compimento dei suoi 70 anni. La proposta pomeridiana (ore 18.45) prevede uno dei capolavori di Vittorio De Sica, “Il giardino dei Finzi Contini” (1970), con Capolicchio tra gli interpreti principali. Alle 21.00 il pubblico avrà la possibilità di assistere ad un interessante e piacevole incontro tra il giornalista Gianni Minà, il compositore Manuel De Sica e lo stesso Capolicchio. Infine alle 21.30 sarà proposto in prima nazionale il lungometraggio belga di Mohammed Hamra “Aller-Retour” (con sottotitoli per i dialoghi in francese) interpretato da Capolicchio, cui l’Amministrazione comunale farà dono della Chiave dell’Amicizia per suggellarne la lunga ed affettuosa frequentazione della città, originata dal legame di amicizia con il regista Giuseppe De Santis, nativo di Fondi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto