Latina. Possibile aumento addizionale Irpef, l’opposizione del Pd

comune latina con pallaLATINA – “Dopo aver portato al limite massimo consentito la Tasi, questa mattina è toccato all’Irpef. La volontà mostrata dalla maggioranza in Commissione Bilancio è quella di portare l’addizionale Irpef dall’attuale 0,6% allo 0,8%, il massimo consentito dalla legge. La proposta non è stata ancora votata ma tutti i componenti della Commissione Bilancio nelle file del Partito Democratico sono pronti a fare opposizione e a non votare la proposta”. E’ quanto dichiara Alessandro Cozzolino, capogruppo del Pd in consiglio comunale, insieme agli altri membri del Pd in a Commissione Bilancio Marco Fioravante, Giorgio De Marchis, Omar Sarubbo e Nicoletta Zuliani. “La scelta di aumentate l’addizionale IRPEF è il metodo più semplice per un’amministrazione di fare cassa – afferma Cozzolino – Oltre ad aumentare la percentuale dell’aliquota la proposta avanzata dalla maggioranza contiene anche la volontà abbassare il tetto minimo di esenzione. Ad oggi chi dichiara 10mila euro l’anno è esentato dall’addizionale IRPEF, questa amministrazione vorrebbe portare la soglia minima di esenzione da 10mila euro attuali a 8mila euro. Il tutto per avere una fetta maggiore di cittadini obbligati a pagare la tassa. Se proprio si voleva aumentare l’addizionale IRPEF lo si poteva fare in maniera graduale inserendo tassi più bassi per i redditi minori e aumentando al massimo l’aliquota solamente per chi ha un reddito importante. In questo modo la maggioranza, invece, colpisce tutti allo stesso modo con una tagliola che andrà a penalizzare i più deboli e con un reddito minimo”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto