Truffa e peculato, dipendente delle poste a giudizio

Si intascava i soldi del canone Rai, a marzo il processo

TRIBUNALELATINA- E’ stato rinviato a giudizio per truffa e peculato. Un dipendente di Poste Italiane residente a Latina sarà processato dal Tribunale  per aver intascato quasi 10mila euro da parte di ignari utenti che andavano a pagare in diversi uffici della provincia pontina  i bollettini per il canone della Rai. I fatti contestati sono avvenuti tra il 2009 e il 2010 e per l’uomo un 45enne che è ancora in servizio, a marzo inizierà il processo davanti al secondo collegio penale.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto