Notte sicura

Latina, presa la banda delle slot machine, a fine dicembre colpo da 80mila euro

Tre arresti. Sequestrata un' officina dove venivano portate auto rubate

LATINA –  La chiamavano la banda delle slot machine. Dopo una serie di colpi, la polizia l’ha individuata nell’operazione Notte sicura scattata nel pomeriggio di ieri (mercoledì). La squadra mobile e le volanti della Questura con la Polizia stradale hanno arrestato tre persone di nazionalità romena ed eseguito una serie di  perquisizioni anche in un’abitazione di Via Oberdan, in pieno centro città. Sequestrati anche numerosi oggetti rubati durante i colpi e gli arnesi da scasso utilizzati dalla banda. Sequestrata inoltre una grande officina meccanica.”

“E’una banda che affliggeva letteralmente i titolari di attività commerciali di Latina, il colpo più eclatante è avvenuto in una sala slot di Via Giulio Cesare il 31 dicembre quando hanno portato via 80mila euro. Tra i furti quello nella tabaccheria di viale Marconi messo a segno a novembre”, ha raccontato il dirigente della Mobile, Carmine Mosca. La banda agiva secondo uno schema preciso: prima il sopralluogo, accurato, presso l’obiettivo scelto, e alcuni giorni dopo il colpo, utilizzando vernice spray per oscurare le telecamere. Le tre persone arrestate sono accusate di furto di energia elettrica e sono state fermate in flagranza di reato, sono indagate a piede libero insieme ad altri connazionali, in tutto cinque persone, di essere i componenti della gang che ha colpito in diverse attività commerciali del capoluogo pontino.

L’OFFICINA – Nel corso dell’inchiesta la polizia stradale ha localizzato un’ area alla periferia di Latina dove si trovava una officina abusiva all’interno della quale venivano parcheggiate le auto utilizzate per i sopralluoghi e per il furto.  Si tratta di 5 mila metri quadrati in cui sono state trovate 40 auto e depositi di rifiuti illegali su cui sono in corso accertamenti da parte della polizia stradale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto