agricoltura e qualità

Cori, un vino con il marchio del Comune. Via al Consorzio

Soci fondatori con l'Ente sono Cincinnato, Marco Carpineti, Tenute Filippi e Molino7Cento

CORI – Il Comune di Cori fonda il Consorzio per la tutela dei vini Doc del territorio e diventa produttore di un nettare che porterà lo stemma dell’Ente. La notizia è arrivata con la costituzione ufficiale, nella sala consiliare del Comune di Cori, davanti al notaio, dell’organismo i cui soci fondatori sono con l’Ente locale rappresentato dal Sindaco Mauro Primio De Lillis, la cooperativa Cincinnato, rappresentata dal Presidente Nazzareno Milita e le aziende agricole Marco Carpineti, Tenute Filippi di Giampiero Filippi, Molino7Cento rappresentata dall’A.D. Alessandro Moro.

“Il Comune di Cori aderisce a questo consorzio in qualità di produttore. Si tratta di una scelta che ha un obiettivo simbolico: portare sul mercato vini imbottigliati con il marchio del Comune di Cori, così da promuovere l’immagine di un intero territorio. Ma ha anche un obiettivo strategico: sostenere la crescita di un’agricoltura di qualità”, spiega il Sindaco Mauro Primio De Lillis.

Infatti, le imprese fondatrici si distinguono per l’adozione di disciplinari di coltivazione biologici, e biodinamici, per processi di vinificazione attenti alle prerogative di vitigni D.O.C. dalle grandi potenzialità come il Nero Buono ed il Bellone.

Sono stati eletti nel Cda, presidente, Nazzareno Milita che ha ringraziato sindaco e assessora all’agricoltura per l’azione diretta alla valorizzazione die vitigni locali;  vice presidente, Marco Carpineti e direttrice generale, Simonetta Imperia.

“Il Consorzio si pone l’obiettivo di crescere con l’ingresso di ulteriori realtà vitivinicole del territorio con l’ambizione di porsi quale soggetto promotore di una valorizzazione territoriale e ambientale più ampia, di strategie di sviluppo sostenibile e di  conservazione dell’ecosistema e del paesaggio tradizionale dei nostri territori agricoli”, spiegano dal Comune lepino.

“Questo primo importante traguardo è stato finalmente raggiunto – sottolinea l’Assessora all’Agricoltura, Simonetta Imperia – Ora che il seme è stato piantato, occorrerà farlo crescere con cura. Quindi siamo solo all’inizio, ed è con questo spirito che ho accettato, a titolo gratuito, la Direzione del Consorzio.”

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto