la scoperta

Tartaruga marina depone 84 uova sulla spiaggia tra Fondi e Sperlonga

A Capratica gli esperti di Tartalazio per mettere in sicurezza il nido

FONDI –  Un’altra tartaruga marina ha scelto la Riviera d’Ulisse per deporre le sue uova. E’ accaduto nella notte  quando una  Caretta caretta ha deposto ben 84 uova sull’arenile di Capratica, una ZSC Zona Speciale di Conservazione gestita dal Parco Regionale della Riviera D’Ulisse, in un tratto compreso tra Fondi e Sperlonga.

“Il nido – spiegano gli esperti – è stato posizionato in un’area troppo prossima al mare ed esposto a eventuali mareggiate che lo avrebbero danneggiato in modo, forse, irreparabile”. Per questo, “i tecnici di TartaLazio e i naturalisti del parco sono intervenuti per allontanarlo di 10 metri dalla linea di battigia e hanno anche applicato delle apparecchiature elettroniche che ci informeranno sul momento della schiusa”.

«A distanza di due anni esatti, un altro nido di Caretta Caretta, rinvenuto lo stesso giorno di quell’ormai leggendario 2020 quando centinaia di persone accorsero per ammirare lo spettacolo: sembra una favola ed invece è realtà. Un sentito ringraziamento va a tutti gli operatori di TartaLazio, non solo per le delicate operazioni di trasferimento del nido che si trovava troppo in prossimità della battigia, ma anche per la primissima segnalazione da parte di un volontario che ha consentito un tempestivo intervento. L’auspicio è che anche questa schiusa, come quella di due anni fa, possa essere da record. C’è molta attenzione alle tematiche ambientali in zona Capratica. Basti pensare che i primi due vincitori della #ciccachallenge, la sfida lanciata dal Comune di Fondi per ridurre la presenza di mozziconi di sigaretta sul litorale, si trovano in questa zona. Parliamo del camping “Le Dune” e del lido “San Salvador” che saranno premiati ufficialmente nei prossimi giorni. L’auspicio è che questo nido sia un incentivo a tutelare e valorizzare sempre più il nostro bellissimo litorale», è stato il commento del sindaco di Fondi Beniamino Maschietto a poche ore dalla notizia del rinvenimento.

Il primo nido estivo di tartaruga marina era stato segnalato  il 21 giugno sulla spiaggia di Anzio.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto