Smaltimento di reflui e scarichi, raffica di controlli nelle strutture sanitarie

Guardia costiera e polizia provinciale

guardia costieraGAETA – “Continua l’attività di controllo congiunta della Guardia Costiera di Gaeta e della Polizia Provinciale di Latina per l’individuazione di ogni possibile fonte di inquinamento marino”. Lo si legge in una nota della Guardia Costiera che ha effettuato una raffica di controlli su disposizione della Procura della Repubblica di Cassino,  in seguito ad esposti di cittadini e associazioni.

Nel mirino sono finite le  strutture sanitarie sia pubbliche che private del sud Pontino, le procedure di smaltimento dei rifiuti adottate dalle stesse , lo smaltimento dei reflui e gli scarichi abusivi a mare. “La task force composta dai militari della Guardia Costiera di Gaeta, dagli agenti del Corpo della Polizia Provinciale, e dal  personale tecnico dell’Arpa Lazio, ha provveduto ad effettuare delle verifiche presso gli scarichi delle strutture sanitarie del sud pontino dove sono state eseguite ispezioni dei registri e formulari di individuazioni dei rifiuti oltre alla verifica dell’attuazione delle procedure e delle prescrizioni attinenti allo smaltimento degli stessi.Inoltre sono stati effettuati campionamenti di reflui per essere sottoposti ad analisi da parte del personale dell’Arpa”.

Non si conoscono ancora i risultati delle ispezioni. I controlli proseguiranno nei prossimi mesi per le attività turistico-ricreative e industriali.

 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto