MINICAR DANNEGGIATE

Cacciaviti, cinghie e bastoni, assalto in Viale Mazzini a Latina per una bici elettrica

La polizia ha identificato e denunciato per l'assurda aggressione tre ragazzi giovanissimi

LATINA – Una scena di violenza da mettere paura quella che si è verificata ieri notte in viale Mazzini a Latina nei pressi delle panchine che si trovano davanti al liceo classico dove i ragazzi sostano la sera per riunirsi. Un fatto che ricorda tempi che sembravano finalmente terminati.

Proviamo a descriverla: un giovane studente con una bici elettrica nuovissima ha attirato l’attenzione di un gruppo di spavaldi che l’ha chiesta in prestito per un giro e poi si è allontanato. Quando il proprietario, che ha 16 anni, preoccupato, si è messo alla ricerca del mezzo e lo ha trovato a poche centinaia di metri, lo ha chiesto educatamente indietro. Pensava che la vicenda si concludesse lì. Invece il gruppo che aveva di fronte si è armato ed è tornato compiendo un vero e proprio assalto con cinghie, cacciaviti e bastoni. I ragazzi delle panchine sono fuggiti, ma due di loro, il proprietario della bici e un amico sono stati colpiti prima di riuscire ad allontanarsi. A quel punto la banda composta da tre ragazzi, due minorenni e un maggiorenne, si è accanita sulle minicar parcheggiate. Eì scattato l’allarme al 113 e sul posto è arrivata la Volante dell Questura che ha ricostruto anche con l’aiuto dei testimoni quanto accaduto.

La polizia ha quindi identificato i tre che sono stati denunciati, ma resta l’assurdità dell’assalto.

4 Commenti

4 Commenti

  1. Angela Della Longa

    Angela Della Longa

    6 Giugno 2020 alle 8:33

    Speriamo si riesca a contenere questa assurda violenza nella nostra città…..

  2. Bettina Filippi

    Bettina Filippi

    6 Giugno 2020 alle 9:00

    Dove sono i genitori?

  3. Alessandra Riccomagno

    Alessandra Riccomagno

    6 Giugno 2020 alle 9:23

    I giovani sono senza punto di riferimento. Possiamo trovare tante cause, ma dobbiamo porci il problema ed aiutarli, ed aiutarci.

  4. Graziano Fighera

    Graziano Fighera

    6 Giugno 2020 alle 9:52

    Sono fatti che succedevano anche nella mia gioventù!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto