“Mare Sicuro”, emergenza in mare 1530. Gli interventi della Capitaneria nel weekend

Capitaneria di porto in azione

Capitaneria di porto in azione

LATINA – Mare sicuro: proseguono le attività della Guardia Costiera di Gaeta. Moltissime le chiamate arrivate alla sala operativa nel corso del week-end tramite il numero telefonico, gratuito, di emergenza in mare 1530.
Nella giornata di sabato sono state soccorse quattro persone che si trovavano nei pressi dell’isola di Ventotene a bordo di una imbarcazione in avaria a causa di un guasto al motore. Sempre nelle isole pontine, domenica, i militari hanno soccorso una donna caduta dagli scogli sull’isola di Ponza, poi è stata la volta di due persone, colte da malore mentre erano in navigazione al traverso di “Cala Brigantina” sempre a Ponza. Situazioni di pericolo che si sono fortunatamente concluse con esito positivo anche grazie alla conoscenza e impiego del numero di emergenza 1530, attivo su tutto il territorio nazionale 24 ore su 24, che ha consentito l’immediato intervento della Guardia Costiera.

Anche per quanto riguarda la Polizia Marittima il week end è stato caratterizzato da un’intensa attività in mare ed a terra da parte di autopattuglie ed unità navali dipendenti. Domenica è stato infatti, denunciato il titolare di una attività di noleggio di attrezzature balneari di Marina di Minturno che occupava abusivamente la porzione di “spiaggia libera” davanti alla propria attività commerciale con decine di lettini ed ombrelloni. Inoltre, per vigilare sulla sicura convivenza di balneazione ed attività diportistiche, nel corso del fine settimana sono stati disposti specifici servizi di vigilanza sul litorale di Fondi, meta degli amanti del kite-surf, per accertare l’effettivo impiego da parte degli sportivi dei previsti “corridoi di lancio” necessari per raggiungere le aree ove è possibile praticare in sicurezza l’attività sportiva (che si ricorda essere oltre i di 500 metri dalla battigia lungo le coste sabbiose, 200 metri nei pressi di coste rocciose).

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto