False ricette Asl per farmaci dimagranti, nei guai un’infermiera del Goretti di Latina

Il Nas trova prescrizioni sospette: denunciata caposala e la sorella casalinga

Shares

nasLATINA – Una serie di ispezioni operate dai carabinieri del Nas nelle farmacie di Latina hanno portato alla denuncia di  due sorelle che falsificavano ricette mediche per l’acquisto di farmaci galenici dimagranti e avevano in casa un centinaio di confezioni di farmaci ad uso ospedaliero che  possono essere dispensati solo dagli ospedali.
“Le indagini  – spiegano i militari   – hanno preso spunto da alcune ricette “sospette” rinvenute presso le farmacie ispezionate dai militari del NAS che, a seguito di ulteriori controlli, si sono rivelate false”.
Le ricette erano opera di un’infermiera-caposala del Goretti che prescriveva medicinali utilizzando indebitamente ricette in bianco intestate all’Azienda USL di Latina e timbri di medici ospedalieri (estranei ai fatti) mentre la sorella più grande,  casalinga, le presentava presso alcune farmacie  facendosi consegnare i relativi farmaci per il controllo del peso corporeo.

La perquisizione, disposta dalla Procura della Repubblica di Latina nei confronti delle sorelle, ha portato al sequestro di farmaci galenici dimagranti e antinfiammatori, antidolorifici, antispastici, cardiovascolari, tranquillanti, cortisonici, antipiretici, diuretici, antivirali e antibiotici. Le due donne devono rispondere a vario titolo di peculato e ricettazione di farmaci.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto