il video della storica arringa

Processo per stupro, Latina con Chiocca all’Eliseo di Roma

Clara Galante è Tina Lagostena Bassi

LATINA – Debutta oggi (2 marzo) al teatro Eliseo di Roma dove rimarrà in scena fino al 26 marzo,  Processo per stupro, rilettura dal documentario girato nell’aula di Corte D’Assise del tribunale di Latina nel 1978 durante il processo per la violenza carnale su una diciottenne. Il processo fu visto in tv da 12 milioni di spettatori rendendo evidente a tutti che, Fiorella, veniva trattata come fosse l’imputata e non la vittima, perché “una donna di buoni costumi non sarebbe stata violentata”.  Celebre e visionaria, entrata nella storia, l’arringa dell’avvocata Tina Lagostena Bassi (sotto il video).

“A quarant’anni di distanza  – dice il regista di Latina Renato Chiocca che ha curato l’adattamento e la regia  – lo spettacolo restituisce il linguaggio di quel processo penale per far rivivere sul palcoscenico lo scandalo, l’indignazione e la presa di coscienza civile di quello che fino ad allora era “un processo per stupro”, oggi non così dissimile nei movimenti di opinione, mediatici e giudiziari”.

ASCOLTA CHIOCCA

“Il nostro codice penale oggi considera lo stupro reato contro la persona e non più contro la morale, molta strada è stata fatta, ma ancora molto c’è da fare”, aggiunge Chiocca che proprio per questo ha deciso di rileggere quei fatti scegliendo un gruppo di generosi attori di Latina: Clara Galante che sarà l’avvocatessa Tina Lagostena Bassi,  Enzo Provenzano nei panni dell’avvocato Giorgio Zeppieri, sul palco con Tullio Sorrentino, Francesco Lande e Simona Muzzi (unica non pontina).

L’arringa dell’avvocata Lagostena Bassi: “La donna non è un oggetto”

La produzione è del Teatro Eliseo per la rassegna Eliseo Off.
BIGLIETTERIA
via Nazionale, 183 I 00184 Roma
tel. 06.83510216
biglietto €7

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto