mancano presidente e direttore

Parco del Circeo senza vertici, il Ministro risponde all’interrogazione

L'onorevole di Fratelli D'Italia Mauro Rotelli: "Grave assenza e Cingolani non sa dare ancora i tempi della soluzione"

SABAUDIA – Dopo l’interrogazione presentata al ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani  in Commissione Ambiente della Camera dei Deputati sull'”assenza dei due massimi organi direttivi, Presidente e Direttore, del Parco Nazionale del Circeo da oltre 6 mesi”, è arrivata la risposta.

Ne dà notizia l’autore dell’interrogazione, l’onorevole di Fratelli D’Italia  Mauro Rotelli che  aveva sottolineato come “una vacanza degli incarchi apicali per un così lungo tempo, rappresenti una penalizzazione inoncepibile per una delle aree protette più antiche d’Italia, preziosa per il territorio in cui insiste e per tutta la Nazione”.

“Il Ministro non sa dare ancora i tempi reali della soluzione del problema – spiega Rotelli – Nei mesi scorsi venne indetto un Avviso Pubblico dal Consiglio Direttivo dell’Ente Parco. La Delibera che seguì con i nomi dei candidati, venne annullata dal Ministero in quanto alcuni i criteri fissati dall’avviso non erano chiari e il peso di ciascuno di essi non erano equilibrato nel complesso. Ora è in corso un nuovo avviso dal quale dovrà uscire una terna di nomi che verrà sottoposta al ministro. Per quanto riguarda il Presidente, invece, il nome dovrà essere indicato dal ministro e concordato, entro trenta giorni, con il Presidente della Regione. Di questo nome, peraltro, ancora non vi è traccia e i tempi appaiono molto lunghi, peraltro con l’approssimarsi della stagione estiva, cioè il momento dell’anno in cui il Parco è meta del maggior numero di visitatori”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto