CONSIGLIO PROVINCIALE
Le anomalie ravvisate da Visari e Pannone

Via Costa

Via Costa

LATINA – E’ stata formalmente depositata una lettera di protesta con cui il Capogruppo del PD Mauro Visari e Giuseppe Pannone (prossimo consigliere provinciale) hanno rilevato una “anomalia” nella gestione delle sedute del Consiglio. La lettera è indirizzata al Presidente della Giunta Provinciale A. Cusani, al Presidente del Consiglio M. Forte ed è stata consegnata per conoscenza al Prefetto di Latina.

In particolare con questa iniziativa i due esponenti del PD hanno evidenziato un’inammissibile situazione che, da un lato, vede l’Ente Provincia incompleto nella propria rappresentanza (date le dimissioni di Salvatore Di Maggio e la mancata surroga con il primo dei non eletti); dall’altro, la sino ad oggi omessa nomina dei nuovi Revisori dei Conti di cui l’assemblea deve prendere atto (su proposta del Prefetto) per consentirne l’immediato funzionamento.

Questo il testo:
Gentili Presidenti, Illustrissimo Signor Prefetto,
la situazione che si è determinatasi presso l’Ente Provincia di Latina risulta del tutto inaccettabile oltre che in contrasto con la normativa ed offensiva del ruolo politico istituzionale dell’Ente stesso.
L’Assemblea elettiva era stata inizialmente convocata per il giorno 14.6.2014 per discutere e deliberare, tra l’altro, delle nomina dei Revisori dei Conti. Il Consiglio non si è potuto svolgere non essendo stato raggiunto il numero legale minimo, tuttavia in quell’occasione il Consigliere Salvatore Di Maggio ha presentato le proprie dimissioni con dichiarazione seguita da lettera formalmente protocollata.
A seguito di intesa tra i Capigruppo, veniva quindi fissata una nuova convocazione per il 5.7.2013 alle ore 09,30 e segg., per effettuare gli adempimenti di rito per la ricomposizione del Consiglio con il subentro di Giuseppe Pannone, quale primo dei non eletti nelle liste del Partito Democratico. All’ordine del giorno della seduta era prevista l’approvazione dei verbali delle sedute del 27.3.2013 e del 22.4.2013, la nomina dei revisori contabili nonché l’esame di alcune interrogazioni.
Con telegramma del 28.6.2013 il Presidente del Consiglio Provinciale di Latina, Sen. Michele Forte, comunicava l’aggiornamento della seduta al prossimo 26.7.2013 con il medesimo OdG, senza fornire alcuna specifica motivazione del rinvio..
Riteniamo questa situazione altamente “anomala” e comunque lesiva delle prerogative e del ruolo dell’Ente Provincia di Latina e dei componenti del Consiglio, in quanto, da un lato, l’Istituzione è attualmente incompleta nella sua rappresentanza politica (elettiva) con ogni conseguenza sul piano funzionale, dall’altro la mancata nomina dei nuovi Revisori dei Conti, supremo organo di controllo e di garanzia sotto l’aspetto contabile ed amministrativo, costituisce un vulnus alla trasparenza dell’azione dell’Ente medesimo, già duramente sotto attacco anche per la considerazione che ne ha l’opinione pubblica.
Tanto considerato e premesso, nello stigmatizzare severamente quanto sopra, si invitano il Presidente della Provincia di Latina ed il Presidente del Consiglio Provinciale a dare formale spiegazione in relazione alle circostanze e fatti segnalati.
Auspichiamo, nel rispetto del ruolo e delle funzioni istituzionali e politiche dell’Ente Provincia di Latina, che episodi analoghi non abbiano a ripetersi e che sia consentito l’immediato ripristino della composizione del Consiglio Provinciale anche per effettuare gli adempimenti di legge.
Restiamo in attesa di eventuale riscontro, anche con risposta in sede di assemblea provinciale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto