DAMASCO 3, SETTE RINVII A GIUDIZIO
Processo a gennaio

comune-fondi

Il Comune di Fondi

LATINA – Rinviati a giudizio e il processo inizierà il 22 gennaio davanti al Collegio Penale del Tribunale di Latina: è questa l’ultima appendice di Damasco 3. A decidere sul rinvio a giudizio di sette imputati oggi, al termine dell’udienza preliminare, è stato il giudice Mara Mattioli. Escono di scena Mario Izzi e Roberto D’Agostino di Fondi che sono stati prosciolti. Sul banco degli imputati ci saranno invece Tommasina Biondino, funzionaria comunale di Fondi, l’ex comandante dei vigili urbani Dario Leone, l’ex vicecomandante Pietro Munno, l’ex assessore Riccardo Izzi, e poi Giuseppe Canale e  il consigliere regionale Romolo Del Balzo accusato di peculato per aver fatto alcune telefonate private con il telefono di servizio della Regione, e infine Luigi Spagnardi. Le accuse sono: per la Biondino peculato, abuso d’ufficio e turbativa d’asta, così come per Leone e Spagnardi, mentre per Munno il reato ipotizzato è abuso d’ufficio;  Canale invece è accusato di millantato credito. Il processo è nato dalla maxi-inchiesta Damasco condotta dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Latina relativa al condizionamento della attività politica al Comune di Fondi. Gli atti dall’Antimafia di Roma erano stati inviati al pm Giuseppe Miliano.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto