Messa in sicurezza della Sapa. Il presidio rimane e vigila sui lavori

Dal 18 agosto gli interventi per la rimozione delle sostanze pericolose e nocive

Shares

Stabilimento-Sapa-FossanovaLATINA – Si è svolto in mattinata l’incontro in Prefettura chiesto dalla direzione aziendale Sapa in merito alla «alla messa in sicurezza dell’impianto di Fossanova».  Presenti il Viceprefetto Vicario Scipioni, il nuovo questore di Latina De Matteis e il dirigente Provinciale dei Vigili del Fuoco di Latina. Nella riunione la società norvegese ha evidenziato la necessità «nella tutela dei lavoratori in presidio e nella salvaguardia del territorio» di provvedere ad una operazione di rimozione dallo stabilimento, delle sostanze pericolose e nocive presenti.

I sindacati, in particolare la Fiom e la Cgil, presenti con il segretario generale Tiziano Maronna e il segretario Cgil Dario D’arcangelis, hanno accolto la proposta ribadendo però che il presidio dei lavoratori  non sarò rimosso ma proseguirà e supervisionerà i lavori. Gli interventi dovrebbero partire lunedì 18 agosto, saranno utilizzate ditte specializzate nel recupero delle sostanze nocive, come acidi e solventi, sotto la vigilanza dei lavoratori in presidio. L’azienda si è impegnata a fornire entro quella data, il piano dei lavori e il nominativo delle ditte incaricate.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto