Cento nonni pontini dal Papa per la Benedizione della lunga vita

Sono arrivati a San Pietro dalle parrocchie di Cisterna, Cori, Latina, Roccagorga e Sezze

nonni dal papaLATINA – Cento nonni pontini  hanno partecipato ieri alla «Benedizione della lunga vita», ovvero alla prima giornata internazionale dedicata alla terza età e promossa dal Pontificio consiglio per la Famiglia. L’appuntamento era in piazza San Pietro, dove poi hanno incontrato papa Francesco. Gli anziani provenienti dalle parrocchie di Cisterna, Cori, Latina, Roccagorga e Sezze (organizzati dall’Ufficio diocesano della Pastorale della Terza Età, diretto da don Giordano Pisanelli) sono partiti all’alba diretti in Vaticano.

«Su tutto, con nostra grande gioia abbiamo avuto la sorpresa di vedere il Papa emerito, Benedetto XVI in piazza, che ci ha fatto tanta tenerezza ancora di più quando papa Francesco ha detto che più volte lo ha invitato a risiedere a Santa Marta», ha spiegato Assunta Angela Pastorello, tra l’altro membro della Commissione nazionale Adultissimi di Azione Cattolica in prima linea nell’organizzazione generale dell’evento. Le varie testimonianze hanno fatto luccicare gli occhi dei presenti. «Siamo rimasti ammutoliti da certi racconti. Per esempio, l’anziano Mubarak che insieme alla moglie Aneesa è arrivato qui scappando dall’Iraq, dalla sua Mosul in guerra, praticamente un perseguitato; come anche il frate cappuccino che a 87 anni d’età è ancora sulla breccia attivo con gli anziani abbandonati e malati di Alzheimer. Infine, visto che il Santo Padre ci sorprende sempre, lo ha fatto anche questa volta, regalandoci il Vangelo di Marco che ha una peculiarità: è scritto a caratteri grandi, proprio perché l’anziano possa leggerlo con facilità e possa trasmetterlo come testimone di vita e di fede al mondo che lo circonda a iniziare dai nipoti, dove ci sono».

” Questa esperienza potrà essere forse la prima di una nuova considerazione degli anziani anche all’interno della Chiesa”, ha detto don Giordano Pisanelli.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto