Palazzetto dello sport, sfratto alla casa del custode

Comune, vigili e 118 per dare esecuzione al provvedimento

sfrattoLATINA – Momenti concitati questa mattina al Palazzetto dello Sport di Latina dove i vigili urbani si sono recati per eseguire lo sfratto della casa del custode. L’uomo, Bruno Miglioranza, è deceduto molti anni fa e la moglie da allora ha continuato ad usufruire dell’abitazione fino a quando, otto mesi fa,  il Comune ha avviato le procedure per riavere indietro l’immobile. “Dobbiamo completare i lavori di messa in sicurezza dell’edificio”, spiega la dirigente comunale Elena Lusena che sta presidiando le operazioni di sgombero. “Umanamente ci dispiace, ma non è possibile attendere oltre –  spiega – Ora la signora sta collaborando e lascerà la casa”. I lavori che l’amministrazione deve eseguire prevedono, tra l’altro, l’abbattimento di una porzione della casa del custode.

Questa mattina, alla vista delle forze dell’ordine, che le chiedevano di andarsene, la signora ha cercato di resistere, è malata, e non vorrebbe abbandonare la casa di una vita. Sul posto, a seguire le operazioni,  il 118, la polizia municipale e gli addetti del Comune.

1 Commento

1 Commento

  1. silvia

    10 Novembre 2014 alle 14:08

    Si si sono proprio dispiaciuti tanto da preoccuparsi di dare un alloggio alla signora … e no le case popolari non sono per chi ne ha bisogno ………
    L’amministrazione parla di messa in sicurezza … solo di quello che interessa a loro, invece di mettere in sicurezza la città dalle alluvioni non si sono preoccupati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto