Fiaccolata per Berardi, il grido della mamma: “Lo hanno abbandonato”

Al via la raccolta di firme da inviare alla Corte internazionale

fiaccolata

LATINA-<L’Italia si sta comportando in modo vergognoso, il mio Roberto è abbandonato al suo destino>. E’ quello che ha detto questa sera la mamma di Roberto Berardi, l’imprenditore di Latina prigioniero in una cella della Guinea Equatoriale da quasi due anni.  Oggi pomeriggio nelle strade del centro del capoluogo si è svolto un corteo con in testa Silvana Malafronte, la mamma di Roberto Berardi. La fiaccolata è partita alle 18,50 da piazza San Marco, erano poco più di cento le persone che hanno sfilato chiedendo a gran voce la liberazione del cittadino italiano.  Nel corso della manifestazione sono state raccolte delle  firme da inviare alla Corte penale internazionale, tra i sottoscrittori  c’è anche lo scrittore Antonio Pennacchi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto