allarme incendi in provincia

Vertice in Prefettura: 1135 interventi in tre mesi. Più colpito il sud pontino

Il bilancio e le raccomandazioni volte alla prevenzione dei roghi

Nella foto lo spegnimento dell'incendio a Ceriara di Priverno, questa notte

Nella foto lo spegnimento dell’incendio a Ceriara di Priverno, questa notte

LATINA –  Allarme incendi in provincia: gli interventi effettuati dai vigili del fuoco da maggio a oggi sono stati circa 1135 di cui 766 solo in questo mese. Un bilancio preoccupante a cui ha fatto seguito questa mattina l’incontro presieduto dal prefetto Pierluigi Faloni con i rappresentanti dell’Agenzia regionale di protezione civile della Regione Lazio, i comandanti provinciali dei Vigili del fuoco, del corpo Forestale dello Stato, della polizia provinciale e delle associazioni di volontariato. Dall’analisi svolta è emerso che i comuni più colpiti sono stati Fondi, Itri, Castelforte, Formia, Spigno Saturnia e Prossedi.

La Prefettura di concerto con gli altri intervenuti alla riunione ha diramato sul piano della prevenzione una circolare con alcune raccomandazioni per un più efficace contrasto al fenomeno. In particolare l’attenzione è stata rivolta: alla predisposizione di piani comunali di protezione civile e aggiornamento al catasto delle aree percorse dal fuoco; il ricorso ad apposite ordinanze per vietare lo sparo di fuochi d’artificio in condizioni climatiche pericolose o in prossimità di aree boschive e la pulizia dei terreni. Il Prefetto ha evidenziato inoltre, la necessità di un azione di controllo più intensa sul territorio al fine di reprimere incendi dolosi, dando alle forze di polizia disposizioni tese a massimizzare tutte le misure ritenute più  idonee al contrasto di atti e comportamenti dolosi volti a provocare incendi. Per quanto concerne la sicurezza della viabilità sia stradale sia ferroviaria, è stata indicata l’adozione da parte dei gestori (Provincia, Comune, Anas e Rfi) di tutti gli interventi necessari per una pronta rimozione della vegetazione lungo i percorsi  e la tempestiva informazione su eventuali problemi di percorribilità nei tratti interessati da situazioni di emergenza o criticità.

Pieno supporto è stato assicurato anche dalla Regione, soprattutto alle associazioni di volontariato impegnate in attività di spegnimento degli incendi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto