al ponchielli

A teatro con mamma e papà, in scena Nido

Lo spettacolo è il terzo capitolo della trilogia degli affetti

LATINA – Torna l’appuntamento delle “Domeniche a teatro con mamma e papà”, la rassegna curata dall’ Associazione Teatro Ragazzi di Latina, diretta da Melania Maccaferri. Domenica 18 marzo alle ore 17:00 al teatro Ponchielli andrà in scena lo spettacolo «Nido», prodotto da Teatro Telaio, realtà di Brescia attiva dal 1979.

Lo spettacolo è il terzo capitolo della «trilogia degli affetti», dedicata ai più piccoli, che sperimenta un linguaggio teatrale senza parole e con pochi oggetti. Nei capitoli precedenti si è parlato di amicizia al di là delle differenze (Storia di un bambino e di un pinguino) e di amore (Abbracci). «Nido» vuole parlare ai bambini di come i genitori li hanno attesi, con gioia e trepidazione, preparando il posto giusto in cui farli crescere. È un racconto sulla genesi, anzi sulla preistoria di un neonato, su quel cantiere d’amore che è necessario al suo concepimento, alla sua venuta al mondo.

Una parabola secca, come lo sanno essere solo le favole, ad alto potenziale simbolico. Senza parole, immagine pura, perché l’emozione è il migliore conduttore di calore e di senso, che rende obsoleto il linguaggio verbale.

«Uno spettacolo dedicato a tutti i genitori imperfetti», spiega il regista Angelo Facchetti. Due gazze entrano in scena zampettando con grazia, mentre dal cielo un uovo scende lentamente tra le braccia dei due protagonisti, interpretati da Michele Beltrami e Paola Cannizzaro.

Così inizia questa storia d’amore, che mette subito in moto la dinamica della famiglia. Pieni di felicità i due futuri genitori cominciano a costruire il «nido» del titolo: lo vogliono grande ed accogliente per proteggere il loro uovo nel migliore dei modi. Servono pazienza, ingegno, immaginazione e volontà. Nonostante i buoni propositi, ogni volta che sono ad un passo dalla fine, qualcosa va storto. Alla fine, quasi sull’orlo della disperazione, papà gazza scaglia un ramoscello contro una tavola di legno. Il ramoscello si impianta nel legno e diventa, finalmente, pur così magro e scarno, il luogo in cui l’uovo può adagiarsi e crescere abbracciato dall’amore dei propri genitori.

Un amore che, Nido ci insegna, non è mai quieto, ma è sempre in divenire, si mette sempre in discussione, senza cedere mai. Un amore così richiede tenacia, forza ma soprattutto una visione, uno sguardo in profondità, un ideale che vada oltre l’orizzonte.

Uno spettacolo leggero e calibrato, adatto ad un pubblico di piccoli e di piccolissimi, ma che già si avventura nei territori della conoscenza, perché Nido fa riflettere su cause ed effetti, sullo stare insieme come comunità, sulla famiglia e sul teatro stesso come strumento della trasmissione culturale.

Domenica 18 marzo – ore 17.00

Teatro Ponchielli, Latina

Per info e prenotazioni 3925407500

Nido
Drammaturgia e Regia ANGELO FACCHETTI
Con MICHELE BELTRAMI e PAOLA CANNIZZARO
Consulenza per la partitura fisica ALESSANDRO MOR
Scenografia ed oggetti realizzati da GIUSEPPE LUZZI
Costumi GIOVANNA ALLODI, RICCARDO VENTO
Scenotecnica MAURO FACCIOLI
Musiche a cura di ALBERTO FORINO

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto