EVASIONE CON L’HIGH TECH
Sequestri della Finanza al Circeo e Sonnino

Guardia di Finanza

LATINA – Avevano piazzato in tutta Italia partite di prodotti elettronici e informatici, evadendo l’Iva per circa 12 milioni e reinvestendo i proventi in immobili, che venivano trasferiti poi in una società pulita sotto il loro controllo. Sono 9 le persone denunciate, di cui una in stato di arresto, dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma, che ha anche provveduto al sequestro di conti correnti e immobili di pregio a San Felice Circeo e Sonnino, oltre che a Roma per un valore complessivo di oltre 16 milioni di euro.

Il gruppo aveva costituito sei società che acquistava da paesi dell’Ue e da San Marino partite di prodotti hi-tech e le mettevano sul mercato a prezzi estremamente competitivi, grazie alla mancata presentazione delle dichiarazioni annuali dei redditi, dell’Iva e dell’Irap ed al versamento delle imposte.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto