CONFARTIGIANATO
Concluso il meeting di Rimini

confartigianatoLATINA – Si è concluso, dopo una settimana intensa di incontri e dibattiti, il meeting internazionale di Rimini; momento di incontro reale tra esperienze professionali ma soprattutto umane.
Molte le tematiche e gli amici incontrati: dalla cooperazione alla formazione, dalle esigenze di sviluppo della nostra realtà economica ai servizi per la persona, dal problema di come creare occupazione per i nostri ragazzi all’accesso al credito. Tutti problemi ma con un unico denominatore: riscoprire il Valore della persona in quanto tale. Rompere gli schemi precostituiti ed affrontare questa crisi con una marcia in più.
Ma cosa, concretamente, ci ha dato il meeting ?
Quali le prospettive per il nostro territorio ?
Certamente la consapevolezza di dover affrontare il quotidiano con uno sguardo differente, con un atteggiamento nuovo e propositivo. Fare rete con le altre organizzazioni d’impresa e cercare un dialogo propositivo con le Istituzioni. E’ un metodo che deve essere reimpostato per uscire da questa profonda crisi. La politica non deve né può essere auto referenziata ma deve essere in simbiosi con le reali esigenze della gente, con i corpi sociali intermedi.
Politica non è solamente la gestione della cosa pubblica ma anche l’affrontare i problemi reali dei nostri anziani, delle scuole con i problemi degli insegnanti e degli studenti, il problema che le nostre piccole imprese familiari hanno quotidianamente dovendo affrontare un burocrazia che li impantana o il dover affrontare l’accesso al credito. Il messaggio di papa Francesco ci ha accompagnato lungo tutto il meeting, come giudizio sulla situazione drammatica dell’uomo contemporaneo, indicandoci la strada per un nuovo impegno : “Restituire l’uomo a se stesso, alla sua altissima dignità, all’unicità e preziosità di ogni esistenza umana……” ed è su questa linea che dobbiamo anche noi aprire un confronto per dare un senso nuovo all’impegno nel territorio pontino.
Il meeting, con i suoi 800 mila presenze, al di là degli incontri aziendali e di impresa, è stata una opportunità per andare «incontro a tutti, senza aspettare che siano gli altri a cercarci!». Ora bisogna solo rimboccarci le maniche e correre per le nostre aziende, per i nostri artigiani, per i nostri pensionati, per la nostra comunità ma correre sapendo bene dove andare !

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto