SCULTURE DI SABBIA A GAETA
La gara da Serapo a Sant’Agostino

bimbo a colori_2GAETA – Il 19 agosto torna per il 7° anno consecutivo la gara di realizzazione di sculture di sabbia “E la sabbia diventa…” realizzata dall’Associazione Horus in collaborazione con la Proloco Gaeta e il patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

Dalle 10 alle 14 di lunedì 19 lo staff dell’Horus darà ufficialmente il via all’ evento che coinvolge dodici stabilimenti balneari rappresentati da 23 squadre di “scultori” sia della Spiaggia di Serapo sia di Sant’Agostino.
“Nell’arco delle 4 ore a disposizione – spiegano gli organizzatori –  i componenti delle squadre, sorvegliati dai giudici di gara e armati di palette, secchielli, tanta abilità e una buona dose di creatività, dovranno impegnarsi per creare l’opera più bella, originale e quindi meritevole di vittoria. Quest’anno le squadre dovranno tentare di aggiudicarsi l’ambito trofeo custodito attualmente presso lo Stabilimento Balneare “Miramare” vincitore della scorsa kermesse con la scultura intitolata “Geko e Geka””.

Parallelamente si svolgerà il Torneo Open, vinto lo scorso anno dalla “Nave di Serapo” e aperto a squadre composte da minimo 2 persone fino ad un massimo di 8 senza limiti di età, sarà a tema libero: si potrà utilizzare qualsiasi tecnica (bassorilievo, tridimensionale, etc.).
Durante la realizzazione delle opere un’ apposita commissione valuterà le singole sculture e, soltanto la sera del 19 alle ore 20,30, si decreteranno le tre squadre vincitrici e l’assegnazione dei trofei. Inoltre la squadra prima classificata del Torneo Open riceverà un omaggio offerto dall’Horus Club e dalla ProLoco Gaeta.

La premiazione è in programma presso la Ludoteca Comunale “Sebastiano Conca” in Via dei Frassini a Gaeta dove le immagini delle opere realizzate  saranno proiettate su maxi-schermo.

Per ulteriori informazioni 328.8346913 o il sito www.horusclub.it.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto