FIORUCCI IN ISOLAMENTO
Dopo l’arresto si teme per l’incolumità del pirata
Lunedì l’interrogatorio di garanzia

L'ingresso del carcere di Latina

L’ingresso del carcere di Latina

LATINA – E’ in isolamento nel carcere di Via Aspromonte,  Emanuele Fiorucci il camionista arrestato venerdì, perché accusato dell’investimento mortale di Alessia Calvani. L’uomo per ragioni di sicurezza viene tenuto in una cella a parte e a quanto si apprende non è stato messo a contatto con altri detenuti. Lunedì sarà interrogato dal Gip Nicola Iansiti che ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di omicidio colposo aggravato. Il pm gli contestava un reato più pesante, l’omicidio volontario essendo passato con il rosso al semaforo.

E con l’arresto del pirata si conclude la prima fase, quella più delicata e importante, dell’inchiesta sulla morte della quindicenne di Latina Scalo avvenuta al semaforo di Via della Stazione. Gli investigatori della Stradale ora si concentrano sul furto su commissione che ha preceduto la tragedia: individuata l’officina nella quale l’auto, una mercedes,  è arrivata ed è stata fatta sparire dopo l’incidente, identificati i complici di Fiorucci, si vuole  ricostruire il ruolo esatto di ciascuno degli indagati nella tragica vicenda dietro cui emerge un giro di vetture rubate.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto