SCANDALO DELLE PATENTI
Il Riesame: tutti ai domiciliari

 

udienza-giustizia-tribunale_165019

LATINA- I giudici del Tribunale del Riesame hanno concesso gli arresti domiciliari agli indagati che erano finiti in carcere nell’ambito dell’inchiesta sullo scandalo delle patenti a pagamento che aveva travolto la Motorizzazione Civile e alcune autoscuole di tutta la provincia di Latina.  Sono stati scarcerati: Antonella Cianfoni, Roberto Becchimanzi, dipendenti della Motorizzazione Civile e poi Antonio Ezio Rossini e Francesco Spaziani, titolari di una autoscuola  a cui sono stati concessi i domiciliari. Misura confermata invece per gli altri indagati, che erano già ai domiciliari e che avevano presentato ricorso  puntando alla completa scarcerazione. Ha retto l’impianto accusatorio costruito dalla Procura e dalla polizia stradale e  i giudici romani hanno modificato la misura coercitva nei confronti di cinque arrestati. Martedì saranno discussi gli altri ricorsi.

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto